Zona franca – Massimo Cassani

Trama

L’alba di Milano è un preludio che dura un amen.
È il nanosecondo che anticipa il colpo dello starter, è un soffio di tempo tra l’immobilità della notte inoltrata e il sorgere del sole. E proprio poco prima di quell’amen, qualcuno uccide Luigi Pecchi detto Gigi Sciagura, un ottuagenario stralunato e inoffensivo che predica in giro per Milano la necessità di abbattere il Duomo. Ma chi ha deciso di farlo fuori con tre proiettili parabellum sparati da una pistola da guerra? Davvero quell’imprenditore edile contro cui Sciagura lancia i suoi strali? Oppure i parenti interessati a ereditare la casa di via Padova per mettersi in tasca i danari della vendita? Oppure ancora un misterioso personaggio che con Sciagura ha condiviso l’adolescenza e il primo amore durante la Guerra? O forse qualcuno che voleva impossessarsi del suo misterioso tesoro?
A tutte queste domande dovrà dare una risposta il commissario Micuzzi, investigatore pigro e smemorato, silurato dalla Questura e parcheggiato per punizione al commissariato Città Studi. Fra le rinnovate avance della ex moglie, un brutale pestaggio di un’amica giornalista, l’incontro con una simpatica danzatrice, morti sul lavoro e traffico di stupefacenti, il commissario Micuzzi conduce personaggi e lettori alla scoperta di una Milano popolare e multietnica che brulica incessante lungo i marciapiedi di via Padova.

Recensione a cura di Anna Toffan

Questo libro è stata proprio una piacevole scoperta!

Una trama all’apparenza semplice, che si complica e si arricchisce di sfaccettature man mano che prosegue, la Storia  che si intreccia con il romanzo,  le vicissitudini private del commissario Micuzzi che si mischiano in modo indelebile con le sue indagini. Il delitto di una persona qualunque, quasi un emarginato dalla società, da’ il la ad una serie di inchieste che come le tessere di un domino travolgono le successive ( rubando una felice citazione del libro) fino all’inaspettato epilogo, che non vi svelero’, ovviamente !

Personaggi magistrali, descritti cosi bene ed in modo così realistico da sembrare di conoscerli.  Dialoghi concisi è perfettamente credibili. Colori, odori e rumori di una Milano multietnica, variegata e pulsante di vita emergono con prepotenza dalle pagine stampate. Scritto in un italiano ricercato, ma non pedante o peggio pesante, con qualche citazione in dialetto milanese ad arricchire ulteriormente l’atmosfera caratterizzando alla perfezione le ambientazioni ed i personaggi.I miei personalissimi complimenti all’autore, era da tempo che non leggevo un libro così ben scritto e così fluido ed originale nel destreggiarsi della trama.  Leggerò sicuramente gli altri sui libri e mi sento di consigliare senza dubbio ” Zona Franca”  a tutti i lettori di giallo e cucina!

Dettagli

 

  • Copertina rigida: 424 pagine
  • Editore: TEA (14 marzo 2013)
  • Collana: Narrativa TEA
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 885023015X
  • ISBN-13: 978-8850230150

 


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...