Miseri resti sepolti – Miriam Palombi

Trama

Ossessione. Perversione. Follia.

Queste sono le deviazioni che muovono un assassino. Ma cosa succederebbe se le vittime avessero la possibilità di tornare dall’oltretomba e vendicarsi in un modo altrettanto orribile a quello in cui sono state uccise? Vittima e carnefice sarebbero poi così diversi tra loro? Se potessimo guardare nei loro occhi, vedremmo lo stesso cupo abisso. Divisi in vita, uniti nella morte.

Legge Roberto Roganti

Continua a leggere

Gli Annientatori – Gianluca Morozzi

Trama

«Quand’è iniziato il percorso che mi ha portato a quest’inumana dannazione?» A chiederselo è Giulio Maspero, giovane autore bolognese con due radicatissime passioni: la scrittura e le ragazze. Due strade certe per la rovina. Infatti, tra qualche romanzo più o meno di successo e qualche flirt non proprio innocente, nel mezzo di una calda estate si ritrova senza fidanzata – soprattutto senza la sua casa in cui vivere comodamente – e privo della pace necessaria per completare il romanzo che possa liberarlo, una volta per tutte, dalle insidie di un conto pericolosamente in rosso. Ma poi, in una delle sue serate solitarie in giro per Bologna, si imbatte in un fumettista cialtrone e grottesco in partenza per l’Uruguay, che gli offre di trasferirsi a casa sua per prendersi cura delle piante durante la sua assenza. Una casa piccola, in periferia, senza l’aria condizionata e con vicini invadenti… ma pur sempre una casa gratis. Così Giulio, risollevato da quest’improvvisa fortuna, si trasferisce. Ma perché i vicini, tutti parenti tra loro, sono così gentili e accoglienti? E perché in quella mansarda non ci sono piante? Meglio non chiederselo, forse, visto quant’è affascinante e disinibita la nuova dirimpettaia… Sempre in equilibrio tra reale e surreale, con la consueta abilità Gianluca Morozzi accompagna i suoi lettori lungo una storia in cui, a poco a poco, dalle piccole crepe che si aprono in una situazione comune, filtra l’oscurità inquietante che si nasconde dietro la «normalità».

Legge Roberto Roganti

Continua a leggere

Sarò il tuo specchio – Francesco Fabiano

Trama

Come si fa a capire chi siamo? Spesso non basta una vita per conoscerci. Pensiamo di essere in un modo e poi succede che ci scopriamo diversi, e molte volte questo capita quando ci specchiamo nello sguardo degli altri, quando capiamo come gli altri ci vedono. E ci giudicano… Questo non è solo un libro, ma uno specchio per il lettore, attraverso il quale potrà guardarsi, riconoscersi, scoprirsi, stupirsi e comprendere con quali strumenti poter migliorare. Accrescere l’autostima e la fiducia, acquisire atteggiamenti positivi e attrattivi, migliorare la comunicazione e la relazione con gli altri, mettere a fuoco i propri obiettivi e capire in quale direzione lavorare per raggiungerli: questi alcuni dei temi affrontati in queste pagine adatte a tutti. Un manuale di crescita personale convincente e scorrevole, con una serie di esercizi chiari e utili che vengono esposti sempre dopo una puntuale presentazione teorica. Il lettore è spronato in questo modo ad avventurarsi in un viaggio interiore attraverso la sua personalità e il suo modo di agire e interagire con gli altri.

Legge Roberto Roganti

Continua a leggere

La rete ombra – Giovanni Ziccardi

Trama

In un’aula del Tribunale di Milano, Alessandro Correnti è pronto per discutere il processo più importante della sua carriera. Ha abbandonato i panni di Deus, uno degli hacker più famosi al mondo, e ha indossato di nuovo la toga per difendere la sua cliente Lara da un’incredibile accusa di omicidio. Al momento della sentenza, però, irrompe in aula Nemesys, il più noto e inafferrabile ladro d’identità cinese, che gli consegna una busta e uno strano rotore e poi scompare di nuovo nel nulla. Mentre Deus e il suo nuovo collaboratore, Massimo Foresta, cercano di comprendere un enigma che li porterà nella parte più buia e pericolosa della rete, uno stalker vendicativo e di grande esperienza li prende di mira. Fra droni che volano sui tetti di Milano e hacker cinesi in fuga, spie straniere e criminali senza scrupoli, poliziotti dal cuore buono e ricercatori di virus informatici, ex agenti del Mossad, visionarie studiose di diritto internazionale e affascinanti criminologhe, Correnti deve sfuggire a minacce mortali e proteggere a ogni costo informazioni che potrebbero cambiare il destino del mondo. Innescherà una guerra elettronica che colpirà senza pietà tutta la città e le sue infrastrutture critiche: la metropoli diventerà ben presto terreno di caccia per i più spietati hacker del pianeta. Questa volta Deus avrà bisogno di tutta la sua abilità di hacker per sopravvivere. Soprattutto, dovrà chiedere aiuto a personaggi che riteneva sepolti per sempre nel suo oscuro passato.

Legge Roberto Roganti

  Continua a leggere

Oggi parliamo con… Franco Limardi

Intervista a cura di Vienna Rao

 

Abbiamo il piacere di incontrare per Giallo e cucina Franco Limardi, in libreria con “La porta del buio”: intanto grazie per aver accettato l’intervista del nostro blog.

Grazie a te Vienna e a Giallo e Cucina per l’ospitalità.

 

Ne “La porta del buio” Giorgio Brentani è la figura centrale del romanzo. Quali pensi siano i pregi e difetti del protagonista.

Chissà se Giorgio Brentani ha più pregi o più difetti? In realtà devo pensarci con attenzione, anche perché al personaggio che ho immaginato, si sommano le impressioni, le idee che mi ritornano dai lettori e che mi svelano lati del carattere di Brentani che non conoscevo. Diciamo che Brentani ha un profondo senso della giustizia, compie fino in fondo il proprio dovere ma è anche dotato di una forte umanità; è un uomo leale e onora i propri debiti. Ha senso dell’umorismo ed è sicuramente intelligente e proprio per questo è consapevole dei propri limiti. I suoi difetti sono forse i suoi pregi visti da un altro punto di vista: è ostinato, a volte testardo; talvolta è troppo rigido e corre il rischio di dover, metaforicamente, sfondare porte che più facilmente potrebbe aprire con un po’ di diplomazia. Nella vita privata la sua intelligenza, la sua acutezza, non sempre lo assistono o forse, se è un po’ impacciato con le figure femminili, dipende da una dimestichezza che ha perduto, anche a causa di una vicenda drammatica che ha segnato il suo recente passato.

 

Giorgio Brentani dimostra ampliamente le sue capacità come indagatore. Potrebbe essere il personaggio ideale per una serie?

Se parliamo di una serie di romanzi, diciamo allora che Brentani si è conquistato un posto in prima fila nei miei progetti di lavoro, nel senso che ho in mente una nuova vicenda che lo potrebbe vedere come protagonista; peraltro questa sarebbe una novità assoluta, visto che fino a “La porta del buio” i miei romanzi non hanno avuto protagonisti “seriali”, tranne che in un caso, dove un personaggio è stato presente in due romanzi, anche se non con un ruolo principale. Se parliamo di una serie televisiva… bisognerebbe che i produttori di qualche rete ascoltassero i lettori che hanno già letto il romanzo e che più volte mi hanno detto: “Ma lo sa che ci vedo proprio bene una serie TV?”

  Continua a leggere

Milano non ha memoria – Gino Marchitelli

Trama

Una notte umida e piovosa. Il cadavere di un uomo abbandonato sul selciato. Nelle vicinanze del commissariato di Lambrate si consuma l’ennesimo assassinio metropolitano di un extracomunitario. Una fitta serie di depistaggi, intrighi e omissis viene messa in atto per deviare le indagini del commissario Lorenzi da una verità sconvolgente. Chi sono Gladio, Alfa e Vittoria? Che ruolo svolge il club privato Audace sul Naviglio Grande? Che segreto nasconde il camper abbandonato a pochi passi dalla sede del commissariato? Quali particolari conosce Tina, la vecchia staffetta partigiana, che vive una terribile tragedia personale? Mentre Layla, giovane moglie del migrante ucciso, combatte per difendere l’onore della sua famiglia, Cristina Petruzzi, giornalista di Radio Popolare, e la free-lance Marta Jovine conducono un’inchiesta parallela. Sarà però il commissario Lorenzi, tormentato dalla storia d’amore con la reporter della famosa emittente, in un finale tragico e ricco di colpi di scena, a svelarci come nel nostro paese libertà e democrazia siano a rischio oggi più che mai.

Legge Dario Brunetti

Continua a leggere

Milano odia. La polizia non può sparare. Storia di un cult nell’Italia degli anni settanta – Paolo Spagnuolo

Trama

Si può raccontare un’epoca attraverso un singolo film? A volte sì, soprattutto quando certe pellicole entrano a far parte del nostro immaginario quotidiano influenzando il linguaggio, i costumi e i suoni. Così è stato per il cinema poliziesco degli anni settanta e per uno dei film più importanti di quella stagione: Milano odia: la polizia non può sparare, datato 1974, con la regia di Umberto Lenzi e Tomas Milian, Henry Silva, Ray Lovelock come protagonisti. Il volume monografico che Paolo Spagnuolo dedica a questo film-cult è una vera miniera d’oro per gli appassionati di cinema. Il progetto originale è stato discusso insieme al regista, poco prima che spirasse e gran parte dei materiali provengono dal suo archivio e da quello degli eredi della Dania Cinematografica, che lo hanno fornito in esclusiva. Tra questi: la sceneggiatura dattiloscritta, il soggetto, la documentazione sulla colonna sonora composta da Ennio Morricone, le fotografie di scena in originale (quasi tutte inedite), locandine, fotobuste. Completano il quadro racconti e interviste con il cast tecnico e con gli attori. Non mancano gli interventi di “nomi” legati al cinema come il regista Enzo G. Castellari, e i contributi di critici quali Davide Pulici e Gianmarco Diana, musicista ed esperto di colonne sonore. Un lavoro di ricerca e documentazione che ricostruisce, anche attraverso aneddoti interessanti e divertenti, la storia di un’epoca del nostro cinema, adatto sia agli esperti che ai neofiti. Un viaggio in un film e in un genere che ancora oggi sono oggetto di culto in Italia e all’estero, come dimostrano le tante interviste rilasciate da Quentin Tarantino dove cita Milano odia tra i film che lo hanno maggiormente ispirato.

Legge Massimo Ghigi

Continua a leggere