Balfolk killer — Franco Busato

Trama

Capodanno duemiladiciotto. Allo scoccare della mezzanotte, sotto il bagliore dei fuochi d’artificio, una donna viene uccisa nel parcheggio della stazione ferroviaria della Bovisa a Milano. Solo Molina, l’ex bibliotecario protagonista del caso del Delitto a Villa Arconati, si trova suo malgrado coinvolto: la vittima era una sua amica. Molina promette a se stesso che scoprirà chi l’ha uccisa. Con le sue intuizioni, le sue amicizie improbabili e i suoi estrosi suggerimenti anonimi, anche questa volta aiuterà la polizia a dipanare la matassa di questa storia ambientata nel mondo del ballo folk milanese, tra locali da ballo, corsi di danza, musicisti e canzoni folk: una colonna sonora reale coinvolgente come il romanzo. Un libro da leggere e danzare.

Voce di Paola Varalli

Continua a leggere

Istanbul: il viaggio sospeso – Elsa Zambonini Durul

Trama

La storia di Lisa Andreoli si interseca con quella della prozia Lisa Morpurgo, ebrea costretta col marito a una precipitosa fuga dall’Italia a causa delle persecuzioni razziali. Il viaggio dei due coniugi verso la Terra Promessa, iniziato separatamente dai figli, si interrompe a Istanbul, dove la coppia trova rifugio presso l’abitazione di un ospitale francese che consente loro di attendere sul Bosforo l’arrivo dei figli. Qui i due ricevono l’aiuto inaspettato di Angelo Roncalli, allora Vicario Apostolico in Turchia, che in quei tempi riuscì ad aiutare più di ventimila ebrei. La pronipote Lisa Andreoli ritrova il diario di quegli anni, ma la sua lettura non sembra una semplice rievocazione. Tra intrighi internazionali e personaggi senza scrupoli, Lisa Andreoli mette in pericolo la propria vita e quella dei propri cari nel tentativo di dare il proprio contributo a una causa giusta. Un’avventura vissuta nel fascino di Istanbul e dei suoi paesaggi.

Voce di Luciana Fredella

Continua a leggere

Il signor Pool Pharma – Giorgio Pizzoni e Alessandro Zaltron

Trama

Molte persone hanno memorizzato lo slogan «Da Pool Pharma in farmacia» e utilizzano ogni giorno prodotti di punta come MG.K Vis o Kilocal, ma pochi conoscono la storia dell’azienda familiare che li ha inventati. Una storia pionieristica e avvincente che prende il via nel piccolo centro di Piadena, sulla sponda destra dell’Oglio, in provincia di Cremona. Perché proprio in quel paesino di neanche quattromila anime, nel 1944, nasce Giorgio Pizzoni, tipico esempio nostrano di self-made man, oggi conosciuto come «il re degli integratori», per averli fatti conoscere per primo in Italia con le telepromozioni e portati al successo con Pool Pharma. Il libro romanza la sua avventura professionale di innovatore nel mondo farmaceutico, tra intuizioni geniali e una profonda umanità ricca di aneddoti e insegnamenti. Ma non è la solita biografia agiografica in cui date e dati affollano le pagine e annoiano i lettori. Al contrario, è un racconto ricco di succosi episodi, aneddoti coloriti e pillole di saggezza con cui il lettore può emozionarsi e ripercorrere le vicende che hanno reso unica la storia di Giorgio e della sua azienda. E chiunque, leggendolo, può rivivere le imprese e le cadute, i momenti di gioia e anche quelli di debolezza che ne restituiscono pienamente il valore. Una storia di successo imprenditoriale tutta italiana che sullo sfondo ricostruisce anche un vivace spaccato del Paese dal dopoguerra a oggi: da Turatello a Mani Pulite, da Mike Bongiorno a Berlusconi.

Voce di Roberto Roganti

Continua a leggere

Notte – Edgar Hilsenrath

Trama

È l’estate del 1941 nel ghetto ebraico fittizio nella città ucraina in rovina Prokow sul Dniester. Sempre più ebrei rumeni sono rinchiusi nel ghetto affollato. Gli ebrei sono strappati dalla loro vita borghese. Spesso non c’è tempo per fare i bagagli e non puoi portare oggetti di valore con te. Le persone sono povere, indigenti e affamate. Questo è anche il caso del nostro protagonista Ranek di Litesti, che deve lasciare la sua vita attuale alle prime luci dell’alba e essere portato nel ghetto. Ranek, detto anche “derubato”, è duro e amaro. Scarmigliato e mezzi affamato, infelicità e angoscia parlano dalla sua faccia disperatamente sorridente. Ma ha una volontà sfrenata di vivere. In questo mondo la morte è onnipresente e prende la forma di fame, stanchezza o tifo. Le vittime giacciono nel fango, sul ciglio della strada e Ranek sente la loro vita come una vittoria per se stessi, come la vittoria nella lotta contro la morte. I vincitori saccheggiano i cadaveri e, a rischio della loro vita, contrabbandano la “eredità” dei morti per vivere da soli.

Come la spazzatura, i morti vengono caricati su carrelli dai residenti del ghetto sotto un applauso. Il capolinea è chiamato “TOMBA DI MASSA”. I vivi a causa della costante malnutrizione sono solo pelle e ossa. Ogni tentativo di lasciare il ghetto è mortale. Tuttavia, ci sono vincitori: contrabbandieri, prostitute, la polizia del ghetto ebraico e trafficanti.

Le condizioni igieniche sono inadeguate, favorite dalla paura della gente di notte per i loro bisogni fuori dalle case, favorite da mucchi di cadaveri che costruiscono gli abitanti del ghetto nei corridoi, che porta allo scoppio di epidemie.

Voce di Roberto Roganti

Continua a leggere

La pista di ghiaccio – Roberto Bolano

Trama

Protagonista della storia è Nuria Martí, giovane pattinatrice su ghiaccio di fama nazionale che si è vista escludere dalla squadra olimpica per giochi di potere interni alla federazione sportiva. Rosquelles, di diversi anni più vecchio, sovrappeso e poco avvenente, si innamora di lei e comincia a frequentarla senza mai dirglielo esplicitamente. Come dono d’amore, all’insaputa di tutti, compresa la sindaca Pilar, fa ristrutturare con fondi pubblici una dimora storica, palazzo Benvingut, in modo che possa contenere una grande pista di pattinaggio su ghiaccio. Più volte la settimana durante l’estate accompagna Nuria nella pista segreta perché si alleni con l’obiettivo di essere reincorporata nella nazionale. Nel frattempo, Nuria conosce Remo Morán; i due si innamorano e vivono un’intensa storia passionale di nascosto da Rosquelles per non compromettere la possibilità di allenarsi. Il palazzo Benvingut è abitato clandestinamente anche da due donne senza fissa dimora, scacciate per morosità dal camping dove lavora Gaspar Heredia. Quest’ultimo però ha preso una cotta per la più giovane, e la pedina fino a scoprire dove ha trovato rifugio. Le storie si intrecciano indissolubilmente a causa di un imprevedibile omicidio che sconvolge la sonnolenta città balneare, e naturalmente la vita dei protagonisti: le autorità non arresteranno mai il colpevole, ma il lettore lo scopre dall’intreccio dei punti di vista.

Voce di Roberto Roganti

Continua a leggere

Morte di Cioccolato – Michela Gecele

Trama

Questa volta Ada Hartmann sembra essere lontana da delitti e misteri. Il romanzo inizia in rosa, con un incontro in alta quota, sulla rotta Londra-Berlino. Un rosa che si tinge subito dei colori del cacao. Ada, e i lettori, entrano con leggerezza nei mondi del cioccolato. I luoghi di produzione, le fasi di lavorazione, l’arte e le declinazioni del gusto. Sembra un viaggio di puro piacere. Un viaggio che sfiora il Venezuela e che tocca, naturalmente, anche Catania. Poi, improvvisamente, come spesso capita in un romanzo giallo, lo scenario cambia e Ada si trova, ancora una volta, a indagare. Il cacao, non più piacere quasi immateriale, precipita, diventando merce preziosa. Merce circondata da intrecci economici e finanziari. E il rosa dei rapporti umani si incupisce. Si corrode.

Voce di Elena Rossi

Continua a leggere