Gli invisibili. Un’indagine del commissario Soneri – Valerio Varesi

Trama

Il commissario Soneri, della questura di Parma, deve chiudere il caso di un cadavere ripescato dal fiume, il Po, ormai da tre anni: i suoi colleghi, all’epoca, non solo non erano riusciti a capire se l’uomo si fosse ammazzato o se si trattasse di omicidio, ma non erano nemmeno stati in grado di stabilirne l’identità. Adesso serve un supplemento di indagine. Una cosa formale, viene spiegato dal questore a Soneri, quel che basta per togliere il corpo dalla cella frigorifera, tumularlo, e non pensarci più. Ma Soneri non è uomo adatto alle cose formali. E poi non si può seppellire la gente senza nome, gli dice Angela, la sua compagna di sempre; e così Soneri decide di riaprire davvero il caso.

L’indagine lo porterà ad addentrarsi nel microcosmo del fiume, avvolto nelle nebbie dell’autunno padano, a cercare di rompere il muro di omertà che caratterizza quelle piccole comunità dove si annidano pescatori di frodo, piccoli delinquenti, grandi speculatori. E Soneri dovrà constatare una volta di più come la nebbia che circonda il fiume finisca per rendere invisibili le cose e le persone, cambiarne i profili, ingannare e a volte uccidere.

Continua a leggere

Palato da detective #3 – Giusy Giulianini

LA VITA DENTRO IL RETTANGOLO DI UN TAVOLO

Valerio Varesi, il commissario Soneri e i sapori di Parma

 

Fig.1 – Il Palazzo e il Parco ducale

Fig.1 – Il Palazzo e il Parco ducale

Parma ducale, dei Farnese e dei Borbone (Fig.1 – Il Palazzo e il Parco ducale) ; Parma la piccola Parigi, per la raffinata corte di Maria Luisa d’Austria

(Fig.2 – Maria Luisa d’Austria

(Fig.2 – Maria Luisa d’Austria

(Fig.2 – Maria Luisa d’Austria);

 

Parma scrigno di tesori artistici, la Cattedrale e il Battistero, La Pilotta e il Teatro Farnese, il Palazzo e il Parco ducale, gli affreschi del Correggio

 

Fig.3_Correggio_ Affresco_Cupola_Duomo

(Fig.3 – Gli affreschi nel Duomo del Correggio) Correggio e del Parmigianino;

 

 

 

Parma della musica, dove ogni anno potenti vibrano gli accordi di una ricca stagione lirica e del Verdi Festival

Fig.4__Teatro-Regio

(Fig.4 – Teatro Regio);

 

 

 

 

Fig,5_La_Certosa

Parma delle lettere, celebrata tra le pagine di Stendhal (Fig.5 – La Certosa e Stendhal) e di Proust, dove approdarono anche Byron e Dickens;

 

Fig.6_Capitale cultura 2020

 

 

Parma Capitale Italiana della Cultura per il 2020 (Fig.6 – Capitale della Cultura 2020), capace insomma di interpretarla nel suo senso più esteso e produttivo.

 

 

 

Fig.7_Parma degli scandali

Parma degli scandali (Fig.7 – Parma degli scandali): dal dissesto Salamini al primo grande giro di tangenti ai partiti;

poi Bubi Bormioli e il suo peccaminoso amore per Tamara Baroni;

l’omicidio dell’industriale Carlo Mazza;

il crac Parmalat.

 

Fig.8_Parma della nebbia

 

Parma di nebbie e di delitti (Fig.8 – Parma e la nebbia), dove le brume stagnano lungo il torrente che la traversa o si avvinghiano alle sue colline, evocando timori indefiniti, suggestioni inquietanti, superstizioni antiche, segreti sfuggenti

 

Fig.9_Valerio Varesi

Valerio Varesi (Fig.9 – Valerio Varesi) – parmense di adozione per essere approdato a Parma, a soli tre anni, dalla natia Torino – di quelle atmosfere e di quei misteri è splendido interprete, nelle ormai quindici indagini che hanno per protagonista Franco Soneri (Fig.10 – Luca Barbareschi nei panni del commissario Soneri).

Fig.10_Luca Barbareschi nei panni di Soneri

Il commissario è uomo di poche parole, schivo, segnato dalla vita, disilluso forse, che nel corso degli anni (la sua prima apparizione risale al 1998, anno di uscita per Moby Dick di Ultime notizie di una fuga) è sprofondato in una realtà sociale e criminale in continuo divenire, che lo disorienta e che stenta ad accettare, un palcoscenico sul quale “gli attori sono piombati 

[all’improvviso] da altre compagnie e parlano lingue sconosciute” (Il commissario Soneri e La legge del Corano, Frassinelli, 2017).

 

Continua a leggere

Il paese di Saimir – Valerio Varesi

Trama

Saimir è un giovane clandestino arrivato dall’Albania. Non ancora maggiorenne, lavora come muratore in un cantiere edile. Un tragico incidente sul lavoro ne spezza la vita e i sogni lasciandolo sepolto sotto un cumulo di macerie. Saimir è la metafora di un esercito in carne e ossa reso invisibile dall’amara realtà contemporanea: lavora in nero illegalmente senza alcuna garanzia o sicurezza. Per lui non c’è pietà, è solo la storia di un’altra vittima, un altro corpo che va a ingrossare la tragica lista delle morti bianche.

Continua a leggere

La paura nell’anima – l’ultima indagine del commissario Soneri – Valerio Varesi

Trama

Il commissario Soneri non vedeva l’ora di lasciare l’afa agostana di Parma, e fuggire insieme ad Angela a Montepiano, sul suo amato Appennino. Troppo bello per essere vero. Infatti, non è vero: pochi giorni dopo il loro arrivo, la quiete notturna del paesino viene squarciata da un grido proveniente dal bosco. Sarà il primo di una lunga serie. È stato un uomo del paese, a gridare, dopo aver ricevuto un colpo di pistola a una gamba. Ma non ricorda nulla. Né chi gli ha sparato, né per quale motivo. Soneri cerca di tenersi fuori, di salvare la sua vacanza, ma in cuor suo sa che è inutile. Anche perché nei giorni seguenti il paese viene invaso dai carabinieri. È proprio in quei boschi, infatti, che si è nascosto il criminale più ricercato d’Italia, il serbo Vladimir, macchiatosi di rapine e omicidi e poi datosi alla macchia. Ma i carabinieri, questa volta, sono convinti di averlo in pugno. L’unica cosa che lo spiegamento di forze dedicato alla caccia all’uomo riesce a ottenere è tuttavia il diffondersi della paura nel paese, tra gli abitanti, nell’animo dello stesso Soneri, stravolgendo la vita di Montepiano, le abitudini, i rapporti umani. Il serbo comincia ad apparire agli occhi della popolazione come una figura quasi leggendaria: tanto spietato, quanto apparentemente inafferrabile, capace addirittura di prendersi gioco di polizia e carabinieri con beffardi messaggi sui social network. Insomma, un criminale perfetto. Un po’ troppo perfetto, comincia a pensare Soneri.

 

Continua a leggere

Oggi parliamo con… Valerio Varesi

A cura di Adriana Rezzonico

Incontriamo oggi, con grande piacere, Valerio Varesi, un autore che non ha bisogno di presentazioni.

Buongiorno, grazie per la cortese disponibilità, e benvenuto nel nostro salotto virtuale. Sei considerato uno scrittore noir sociale. Quali sono gli argomenti che preferisci trattare e perché?

Di solito mi attirano le storie che possiedono una forte carica emblematica. Vale a dire che nel loro svolgimento inscenano e mostrano una caratteristica del mondo di oggi. Molto spesso questa caratteristica non è esplicita. Sta allo scrittore, prendendo spunto da quella vicenda, estrarre un senso dall’accadimento stesso. Farlo diventare un simbolo del nostro vivere attraverso una trama e dei personaggi vivi evitando di cadere nella didascalia.

 

Come è nato il Commissario Soneri?

Volevo un personaggio che la pensasse come me pur essendo diverso da me. Tempo fa scrissi una storia che trattava della scomparsa di una famiglia intera a bordo di un camper. Avevo bisogno di uno che indagasse e allora ho deciso che poteva essere un commissario di polizia. In quel tempo ne conobbi uno in carne e ossa che lavorava alla Mobile di Parma. Pensai che il mio Soneri poteva avere le sue sembianze fisiche e caratteriali. Non sapevo allora se sarebbe diventato seriale. Raffaele Crovi mi incoraggiò a continuare e così è nata una serie.

Continua a leggere

Il commissario Soneri e la legge del corano – Valerio Varesi

Trama

Per la prima volta da molti anni, Soneri si trova spiazzato; ma non è il tipo di delitto su cui sta indagando, un omicidio apparentemente banale, a turbarlo. È il contesto. Tutto comincia con l’assassinio di Hamed, un giovane tunisino che viveva nella casa di Gilberto Forlai, 76 anni, cieco, e che proprio nella casa di Forlai viene trovato morto. Seguendo le tracce di sangue di Hamed, Soneri si addentra sempre più nel mondo della comunità islamica di Parma, nelle lotte di periferia dove la tensione tra immigrati e italiani è sempre più alta e minacciosa, e dove tutto si confonde. Quanto pesano le questioni etniche e il radicalismo religioso, quanto pesa la politica, e quanto pesa invece la dimensione criminale e in primo luogo il controllo del mercato della droga? Quali sono le vere alleanze, e quali le vere divisioni? L’unica cosa che accomuna tutto e tutti sembra essere soltanto l’odio, sempre più manifesto e spudorato, sempre più palpabile: un odio che sta minando le basi di una città, di una società intera. Valerio Varesi, come sempre, non si limita a scrivere noir serrati e coinvolgenti, che tengono avvinto il lettore fino all’ultima pagina, ma utilizza il genere per illuminare i luoghi più scuri e inquietanti della nostra società, e per svelarne le contraddizioni.

Continua a leggere

A mani vuote – Valerio Varesi

Più riguardo a A mani vuoteTrama : Il caldo umido e appiccicoso di un agosto a Parma riflette, curiosamente, la condizione del commissario Soneri, alle prese con un caso bollente, che lo invischia sempre più e la cui soluzione non è affatto a portata di mano per dargli un po’ di respiro. Francesco Galluzzo, un commerciante del centro, è stato picchiato a morte, in casa sua, da ignoti aggressori. Il movente della rapina è Continua a leggere

Le ombre di Montelupo – Valerio Varesi

Trama : Il commissario Soneri è in ferie a Montelupo, un paese dell’Appennino che ruota intorno al salumificio della famiglia Rodolfi. Il patriarca è l’anziano Palmiro, cinico e rozzo ma abile negli affari, mentre il figlio si è voluto staccare dalla terra per dedicarsi alla finanza e all’imprenditoria. Da un giorno all’altro il clan viene travolto da Continua a leggere

L’affittacamere – Valerio Varesi

Trama : Ghitta, l’anziana titolare di una pensione nel centro storico di Parma, viene trovata assassinata nel suo appartamento. Il commissario Soneri, incaricato del caso, inizia senza troppo entusiasmo un’indagine che lo spinge a ripercorrere una parte dolorosa del suo passato. Proprio da Ghitta aveva conosciuto la moglie Ada, persa prematuramente. L’inchiesta apre uno squarcio sulla vita della vecchia che, ricchissima, non aveva solo trasformato la pensione in un albergo a ore frequentato dai notabili della città, ma si era arricchita praticando aborti clandestini e con un’attività di “medicona” con cui aveva raggirato molti sprovveduti. E la stessa Ada aveva avuto rapporti con lei… Continua a leggere

Il fiume delle nebbie – Valerio Varesi

Trama : Soneri è un poliziotto in forza alla Questura di Parma. Amante della buona tavola e del vino, non è più giovanissimo, ha un passato sentimentale triste e un presente dove l’amore ha i lineamenti irregolari e il temperamento brusco di Angela, temibile e focosa avvocatessa. È alle prese con due morti misteriose: due anziani fratelli, Continua a leggere