La ragazza e la notte – Guillaume Musso

Trama

Un campus prestigioso cristallizzato sotto la neve. Tre amici legati da un tragico segreto. Una ragazza portata via nella notte. Costa Azzurra, inverno del 1992. In una notte glaciale, mentre il campus del suo liceo è paralizzato da una tempesta di neve, Vinca Rockwell, diciannove anni, una delle studentesse più brillanti dell’ultimo anno, fugge insieme al suo professore di filosofia, con il quale aveva una relazione segreta. Per la ragazza “l’amore è tutto o niente”. Nessuno la rivedrà mai più. Costa Azzurra, primavera del 2017. Fino alla fine del liceo erano inseparabili, ma da allora Fanny, Thomas e Maxime – i migliori amici di Vinca – non si sono più rivolti la parola. Si ritrovano ora a una riunione di ex alunni. Venticinque anni prima, in terribili circostanze, hanno tutti e tre commesso un omicidio, murando il cadavere nella palestra della scuola. Proprio la palestra che oggi deve essere demolita per fare spazio a un altro edificio. D’ora in poi, niente potrà più impedire che la verità sul caso di Vinca venga a galla. Sconvolgente, dolorosa, demoniaca.

  Continua a leggere

Central Park – Guillaume Musso

Trama

New York. Otto del mattino. Alice, una giovane poliziotta di Parigi, e Gabriel, pianista jazz americano, si svegliano ammanettati tra loro su una panchina di Central Park. Non si conoscono e non ricordano nulla del loro incontro. La sera prima Alice era a una festa sugli Champs-Elysées con i suoi amici, mentre Gabriel era in un pub di Dublino a suonare. Impossibile? Eppure… Dopo lo stupore iniziale le domande sono inevitabili: come sono finiti in una situazione simile? Da dove arriva il sangue di cui è macchiata la camicetta di Alice? Perché dalla sua pistola manca un proiettile? Per capire cosa sta succedendo e riannodare i fili delle loro vite, Alice e Gabriel non possono fare altro che agire in coppia. La verità che scopriranno finirà per sconvolgere le loro esistenze.

Continua a leggere

Un appartamento a Parigi – Guillaume Musso

Trama

Parigi, un appartamento senza inquilini nel centro della città, silenzioso, troppo perfetto per non nascondere misteri. Madeline, una giovane poliziotta di Londra, lo prende in affitto per cercare un po’ di riposo, dopo una serie di casi non risolti e la crisi della sua storia d’amore. Per un errore tecnico, nella stessa casa arriva anche Gaspard, venuto a Parigi per isolarsi e scrivere in tranquillità la sua nuova opera teatrale. Queste due anime solitarie e irrequiete sono così costrette a vivere assieme per qualche giorno. L’appartamento era di proprietà del celebre pittore Sean Lorenz che lo usava anche come studio, e in quelle stanze si respira ancora la sua passione per i colori e per la luce. Distrutto dall’assassinio del giovane figlio, Lorenz è morto l’anno precedente l’arrivo dei due inquilini, lasciando in eredità tre dipinti, che tuttavia risultano oggi scomparsi. Affascinati dal suo genio e colpiti dai molti misteri che avvolgono la sua vita e, soprattutto, la sua morte, Madeline e Gaspard decidono di unire le forze per ritrovare le opere dell’artista. Ma per arrivare a scoprire il segreto che si nasconde dietro l’enigmatica figura di Sean Lorenz, Madeline e Gaspard dovranno affrontare i loro demoni in un’indagine che li cambierà per sempre.

Continua a leggere

La ragazza di Brooklyn – Guillaume Musso

Trama

Raphael – un giovane scrittore di successo, ora in crisi creativa, e ragazzo padre – da sei mesi ha una relazione con ragazza bellissima, Anna. Anna è dolce, intelligente, eppure nasconde qualcosa, dimostrandosi piuttosto misteriosa e poco incline a confidare dettagli del suo passato. Durante un weekend d’amore in Costa Azzurra, a sole tre settimane dal matrimonio, di fronte all’ennesimo interrogatorio di Raphael, Anna, esasperata, mostra a Raphael un’immagine dalla galleria fotografica del suo laptop urlando: “Vedi questo? L’ho fatto io.” Raphael inorridisce alla vista di quella immagine e fugge via. Un gesto di cui subito si pente. Al suo ritorno, intenzionato a chiarire, Anna non è più lì. Raphael la cerca sul cellulare, che risulta spento. Pensa di ritrovarla a Parigi, ma anche qui non c’è. Raphael la ama, è pronto a perdonarle tutto ed è deciso a ritrovarla e a svelare il mistero di quell’immagine terrificante. Chiede aiuto a un suo amico, ex poliziotto, Marc Caradec. Insieme perquisiscono la casa di Anna, ma il buio diventa ancora più profondo e il mistero sempre più denso: nell’appartamento trovano 400.000 euro in contanti e due carte di identità false. Dunque Anna non è Anna e le sue reticenze sulla propria vita nascondevano oscuri motivi. E quell’immagine spaventosa rimane per Raphael una delle poche tracce da seguire per scoprire la verità sulla persona che ama.

 

Recensione a cura di Stefania Ghelfi Tani

Esiste un momento della vita, non prevedibile, un istante, una giornata che ricorderai per sempre  e da quel momento nulla sarà più come prima.

È un evento che crea una cicatrice, una frattura, un mutamento che inatteso ti colpisce e ti cambia.

Raphael, è il protagonista di questa storia, un famoso scrittore francese – esattamente come lo stesso autore – che, per scavare nel passato della donna che ama, scoperchierà un vaso di Pandora colmo di intricati e avvincenti avvenimenti dove le sorprese e i segreti si succederanno senza soluzione di continuità.

Marc, ex-eroe della squadra antirapina parigina, è l’amico, compare di Raphael, che ha già rotto il suo vaso tanti anni fa, quando ha perso la moglie.

La ragazza di Brooklyn che è Anna ma anche  Claire è fatta di un passato, di un punto di rottura e di un presente. È una figura misteriosa che si palesa agli altri come un puzzle scomposto.

Una corsa contro il tempo, un’indagine privata a quattro mani su binari paralleli per ritrovare, per scoprire, per cercare di comprendere la verità.

Con perizia, caparbietà, intuizione, sensibilità, con la capacità di leggere la psiche umana con i suoi dubbi, le sue paure, i suoi fantasmi, i suoi rimorsi e rimpianti, Raphael e Marc faranno luce nel buio.

Musso dissemina tra le pagine tracce e indizi, miscela ingredienti come l’azione serrata, il fascino del “cold-case”, i serial killer, la fuga fisica e concreta ma anche quella intima da se stessi e dal proprio trascorso.

Ci racconta come “il punto di rottura” può trasformare in un istante la vita conducendola su un qualunque percorso che può essere distruttivo o costruttivo.

Ci presenta un’analisi della psicologia e dell’interiorità di tutti i protagonisti, la forza dei sentimenti e quella annientante del dolore, il delicato  rapporto genitori-figli, il coraggio della sopravvivenza.

Si sofferma altresì sul potere e i veleni della politica americana, sull’utilità e i danni dei mass media.

La storia è complicata ma ben strutturata e mai scontata fino all’ultimo e inaspettato colpo di scena.

Avevo già letto alcuni romanzi di Musso, qui abbandona completamente gli elementi fantastici e romantici che caratterizzavano i suoi primi libri per dedicarsi ad un accattivante thriller, abilmente raccontato dai diversi punti di vista, da menti differenti, evidenziando come ogni “bagaglio” possa condurre a determinate scelte.

Buona lettura!

 

Dettagli

  • Genere: Thriller
  • Copertina flessibile: 435 pagine
  • Editore: La nave di Teseo (1 Settembre 2016)
  • Collana: Oceani
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8893440318
  • ISBN-13: 978-8893440318