QUALCUNO CONOSCE LA VERITA’ di LISA SCOTTOLINE

Trama

Allie Garvey sta andando al funerale di un amico d’infanzia e, oltre a essere sconvolta dal dolore, è terrorizzata, perché in quell’occasione rivedrà le altre due persone con le quali condivide un terribile segreto. Venti anni prima, durante una serata a base di alcol e divertimento nel bosco, Allie e i suoi amici hanno ideato uno scherzo, sfociato tragicamente nella morte di un ragazzo. Nessuno di loro ha mai raccontato ad anima viva i fatti di quella sera, nella speranza di non essere scoperti. E così è stato. Ma da quel giorno, quell’oscuro segreto la sta divorando allontanandola da tutti i suoi cari, compreso suo marito. Non essendo stata punita dalla legge, Allie ha punito sé stessa infliggendosi una condanna a vita. E ora è sul punto di perdere tutto. È pronta alla resa dei conti e determinata a capire perché quello scherzo sia finito in modo così tragico. Inizierà a scavare per portare alla luce la verità e giungerà a una conclusione sconcertante e totalmente inaspettata tanto per la protagonista quanto per il lettore. Un romanzo su come una singola decisione può distruggere una famiglia, su come il passato può far deragliare il presente e su come la non colpevolezza non significhi per forza essere innocenti.

Recensione di Mary Basirico’

Se stai attraversando l’Infermo, fallo a testa alta”.

L’autrice ha pubblicato circa una ventina di romanzi, conseguendo un buon riscontro sia da parte del pubblico che dalla critica. In particolare, personalmente trovo molto interessanti i suoi legal thriller, basati sullo studio legale Rosato & DiNunzio. Con la casa editrice Fanucci, nella collana TimeCrime ha pubblicato Ogni quindici minuti, False Identità, Dopo Anna e ora Qualcuno conosce la verità, che come descrive la stessa autrice, è stato un romanzo particolarmente impegnativo che le ha richiesto ricerche al di fuori delle sue competenze, in quanto si inserisce nel filone dei thriller domestici.

Ma analizziamo la trama. Allie, Sasha, David, Julian e Kyle, quindicenni, con storie familiari diverse e complesse, trascorrono l’estate insieme. “Nessuno vi dice che da giovani farete cose di una stupidità tale, di una stupidità talmente incredibile, talmente orribile che a distanza di anni non riuscirete a capacitarvene”. Una sera, in preda agli effetti dell’alcool, qualcosa di oscuro prende il sopravvento, viene ideato uno scherzo, che come talvolta accade, finisce in tragedia. Chi è colpevole? E in mancanza di un vero colpevole, essere però presenti fisicamente, (qualcuno spingendo a compiere il gesto che poi si rivelerà una tragedia, qualcuno non opponendosi), li rende davanti alla legge complici. L’autrice ci fa riflettere su questo: essere non colpevoli non significa in realtà essere davvero innocenti. Lo sa bene Allie, che seppellisce tutto il male che ha vissuto nella sua mente, mettendo a rischio il suo stesso equilibrio mentale.

Nel momento in cui dovrà presenziare al funerale dell’amico d’infanzia, si ritrova con gli altri, decide che è ora di chiarire le cose, i segreti sepolti devono essere svelati e la storia di quella notte deve essere definitivamente chiarita.

Il romanzo scorre analizzando i punti di vista di tutti i personaggi, ripercorriamo i fatti accaduti nell’estate maledetta fino ai giorni nostri. Allie che divenuta adulta si è sposata con Larry, rischia però di perdere tutti gli affetti poichè schiacciata dai sensi di colpa non crede di meritare di diventare madre e inganna il marito assumendo la pillola contraccettiva.

La ricerca della verità da parte di Allie   suscita una levata di scudi da chi non ha nessun interesse che ciò accada, la sua ricerca di una guarigione emotiva, la porterà a rischiare la sua stessa vita.

Il thriller è ben costruito, i fatti vengono chiariti uno dopo l’altro, non rimangono zone d’ombra, i personaggi sono ben caratterizzati, soprattutto Allie, che ne diventa il fulcro della storia, colei che mette in moto tutta la trama.

 L’alternarsi dei personaggi rende molto movimentata la storia, quasi si trattasse di scene di un film. La scrittrice ha una prosa molto fluida, ricca di parole, la sua scrittura è densa, ma mai noiosa.

Ne consiglio la lettura agli amanti dei drammi familiari, dei thriller psicologici e a quanti da adolescenti abbiano vissuto esperienze che poi li hanno segnati nella vita da adulti.

Dettagli

  • Genere: thriller
  • Editore ‏: ‎Fanucci 
  • Collana: Time Crime (3 giugno 2021)
  • Lingua : ‎ Italiano
  • Copertina rigida : ‎ 400 pagine
  • ISBN-10 : ‎ 8866883832
  • ISBN-13 ‏: ‎ 978-8866883838

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.