TUTTO IL BENE CHE SI PUO’ di Rye Curtis

Trama

È una domenica d’agosto del 1986 quando un aereo da turismo precipita in un’impenetrabile foresta dei monti Bitterroot, nel Montana. A bordo oltre al pilota ci sono i signori Waldrip, un’anziana coppia texana in vacanza. L’aereo risulta disperso, e le ricerche non danno esito. Ma Cloris Waldrip, 72 anni, è sopravvissuta. È la sua voce che ascoltiamo per metà del libro: la voce interiore di una donna piena di spirito e di energia, che non si lascia scoraggiare dalla situazione impossibile in cui si ritrova e cerca di sopravvivere con coraggio e umorismo, raccontandosi storie del passato e rivelandosi verità mai confessate mentre avanza nella foresta guidata solo dal buonsenso, si nutre di bacche, vermi, erbe, dorme nelle caverne, sfugge per miracolo a ogni genere di pericoli e insidie. L’altra metà del libro è occupata da Debra Lewis, ranger che nel thermos tiene Merlot dozzinale invece del caffè ed è la sola, contro ogni logica, a continuare a seguire le tracce esili e contraddittorie che sembrano dire che Cloris è ancora viva. I giorni diventano settimane; la polizia è alla ricerca di un molestatore-rapitore di bambine che sembra aver trovato rifugio nella stessa foresta; Cloris è sempre più debole, affamata, diminuita dal freddo; Debra sempre più ostinata. Qualcosa deve succedere. Drammatico e umoristico, ricco di sfumature, svolte e sorprese, “Tutto il bene che si può “è il romanzo della sorprendente capacità di adattamento di persone normali in circostanze straordinarie. Ci offre due personaggi memorabili che col loro piccolo eroismo ci ricordano che sopravvivere non basta: per restare umani ci vogliono compassione e dignità.

Recensione di Mary Basirico’

Il libro si regge su due personaggi femminili, Cloris e Debra. Le due donne sono diverse tra loro, la prima è una settantaduenne, la seconda una  ranger alquanto fuori dagli schemi. Sarà una terribile  disgrazia a fare incrociare le loro storie. A causa di un problema tecnico l’areo da turismo dove si trovano marito e moglie precipita. Solo Cloris sopravvive, assiste drammaticamente alla morte del pilota e del marito. Cosa devo fare? Si chiede scioccata e incredula. Invece di aspettare i soccorsi, decide di addentrarsi nella foresta misteriosa del Montana e cercare da sé segni di quella civiltà che ora le appare così lontana.

Inizia così il suo racconto in quella terra inospitale, che la porteranno ad abbandonare convenzioni e abitudini radicate, cercando di sconfiggere la paura, lo sconforto di trovarsi isolata, senza l’amato marito, ad affrontare alla sua età questa terribile prova di sopravvivenza. Le fanno compagnia i suoi pensieri e i suoi ricordi. A un certo punto nel suo girovagare incontra uno misterioso personaggio, un uomo che si nasconde dalla legge.

Debra è un personaggio complicato, dedita alla degustazione del suo inseparabile Merlot, ha una vita particolarmente complicata soprattutto nei rapporti amorosi. Il lettore rimane quasi stordito dai personaggi che la circondano. Debra dimostra una ferrea determinazione nella ricerca della dispersa.

Cloris svela praticamente all’inizio del romanzo che è sopravvissuta alla prova di sopravvivenza, raccontando la sua storia dalla casa di riposo dove si trova. Questo sottrae al lettore la tensione del finale, ma credo che lo scopo dell’autore fosse un altro, ovvero mettere a nudo l’animo umano. Di fronte al pericolo, alla paura della morte, della solitudine, si scopre cosa si arriva a compiere, pur di preservare quel valore così insostituibile che è la vita.

Dettagli

  • Genere: narrativa
  • Editore: Bompiani (5 gennaio 2021)
  • Lingua: Italiano
  • Formato: Copertina flessibile : 320 pagine
  • ISBN-10: 8845298159
  • ISBN-13: 978-8845298158

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.