I MAESTRI DEL GIALLO – MARGERY ALLINGHAM

a cura di Luigi Guicciardi

Visualizza immagine di origine

Alla nostra rivisitazione dei Maestri del Giallo degli anni Venti e Trenta – la cosiddetta età d’oro della crime novel angloamericana – non poteva mancare Margery Allingham, nota a suo tempo anche con lo pseudonimo di Maxwell March e madre di un personaggio molto popolare, il detective dilettante Albert Campion.

Margery Allingham nacque il 20 maggio 1904 a Ealing, un sobborgo nella periferia occidentale di Londra, e non in “una vecchia casa nelle campagne dell’Essex normanno”, come veniva scritto un tempo nelle copertine dei suoi libri. All’anagrafe risulta esser stata la primogenita nata dal matrimonio di due cugini: la madre Emily Jane (Hughes) Allingham era una scrittrice, mentre il padre Herbert John Allingham era giornalista per il  settimanale “Christian Globe” e per il “London Journal”. Dopo che Herbert abbandonò la carriera giornalistica, la famiglia si trasferì a Colchester nell’Essex, e qui, facendo proprio quello che, con una punta d’ironia, lei era solita definire un “vizio di famiglia”, Margery cominciò precocemente a dedicarsi alla letteratura, pubblicando il suo primo libro – Blackkerchief Dick, un romanzo d’avventura – nel 1923, quando ancora, diciannovenne, frequentava le scuole superiori a Cambridge.

Continua a leggere