L’uomo perduto – Jane Harper

Trama

“Dall’alto, da lontano, i segni della polvere formavano un cerchio stretto. Il cerchio era tutt’altro che perfetto, una curva deformata che si faceva sempre più spessa e poi tornava sottile fino a spezzarsi in alcuni punti e non era vuoto. Al centro c’era una lapide, consumata da oltre un secolo di sferzata sabbia, vento e sole… Il nome dell’uomo sepolto lì era svanito da tempo e la gente del posto la chiamava la tomba del mandriano.”

Jane Harper, L’uomo perduto

L’uomo perduto è l’ultimo romanzo pubblicato nell’ottobre 2020 dalla giornalista australiana Jane Harper. Il protagonista della vicenda è Nathan Bright, un uomo molto triste, ombroso e malinconico con alle spalle un divorzio devastante. Nathan ha perso il papà in un incidente stradale. Non ha avuto una vita facile, come anche i suoi due fratelli Bub e Cameron. Cresciuti con un padre violento assieme alla loro madre Liz, non hanno il coraggio di denunciare la situazione.

La sua famiglia e i suoi compaesani parlano spesso della “tomba del mandriano”, un luogo conosciuto a causa di una leggenda inquietante. Proprio lì, accanto alla tomba dell’outback australiano, Nathan e Bub trovano il cadavere di Cameron. Nessuno riesce a spiegarsi come sia possibile che l’uomo si sia allontanato dalla macchina senza chiedere soccorso a qualcuno. Cameron aveva con sé una radio per  chiedere aiuto, una scorta di cibo e di acqua, come se sapesse che gli sarebbe successo qualcosa. La sua scomparsa porta allo scoperto vecchi rancori sepolti nel cuore della sua famiglia da molti anni.

Continua a leggere