Lockdown – Peter May

Trama

In una Londra epicentro di una pandemia, con il parlamento che ha dichiarato lo stato di emergenza nazionale, tutti gli sforzi sono concentrati nella costruzione di un ospedale che possa contenere le migliaia di infetti. Ma quando tra le macerie del cantiere viene rinvenuto un borsone di pelle con le ossa di una bambina di origini cinesi, i lavori vengono interrotti e a occuparsi del caso è chiamato Jack MacNeil, detective scozzese alle soglie della pensione. Nel frattempo, un sicario di nome Pinkie è stato contattato da un mandante segreto per occuparsi di recuperare la sacca con le ossa, sbarazzarsene ed eliminare tutti i testimoni. Inizia così una corsa contro il tempo tra Pinkie e MacNeil, il cui epilogo rivela un’elaborata e scioccante cospirazione.

Recensione a cura di Manuela Baldi

Storia ambientata a Londra durante un lockdown. Non pensate a qualcuno che in fretta ha scritto un libro sulla pandemia ancora in corso,  niente di tutto questo. Il libro ha avuto una genesi particolare e vi rivelo solo che è stato scritto nel 2005 e mai pubblicato. Consiglio vivamente di leggere la prefazione che l’autore, Peter May, ha aggiunto nel 2020.

È una Londra stranissima, spettrale, figure umane impaurite con mascherina, ogni colpo di tosse è visto con sospetto, l’esercito a presidiare la città, posti di blocco, si va in giro solo con un permesso. Il protagonista Jack MacNeil, poliziotto scozzese, un omone, come viene definito nel libro, lavora a Londra, vive in una pensione, è nelle sue ultime 12 ore di servizio. Il suo capo gli affida un caso, che si mostra subito complicato. Tutto suggerirebbe di svolgere le indagini di routine e non dannarsi troppo, ma sarà che le ossa appartengono a una bambina, sarà che Jack subirà, proprio durante le indagini, un gravissimo colpo, lui non mollerà e con tenacia arriverà a chiarire quanto successo. Grande lavoro da poliziotto investigativo, gli ultimi ritrovati della scienza al servizio della polizia, nonostante la pandemia in corso. Molto ben descritti i protagonisti fra cui Amy Wu, un passato da odontoiatra forense molto capace, un presente che la porta a lavorare in laboratorio come anatomopatologa, dopo che un incidente l’ha costretta sulla sedia a rotelle, si è specializzata nel ricostruire le sembianze dei cadaveri sconosciuti che vengono trovati.  Pinkie, un sicario che deve mettere a posto le cose per conto del Sig. Smith, la dottoressa Castelli, che appare nell’ultima parte della storia con un apporto importante. Molto sangue e scene pulp, che non aggiungono nulla alla trama, molti morti non solo dovuti al virus, ma a un preciso disegno criminale. Alla fine, un colpo di scena risolutivo. Il tutto racchiuso nelle ultime 12 ore di servizio di Jack MacNeil.

Non indicato per ansiosi e complottisti.

Dettagli

  • Genere: Thriller
  • Copertina flessibile: 310 pagine
  • Editore: Einaudi (27 ottobre 2020)
  • Collana: Stile Libero BIG
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8806246887
  • ISBN-13: 978-8806246884

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.