La ragazza della Neve – Pam Jenoff

Trama

Noa ha sedici anni ed è stata cacciata di casa quando i genitori hanno scoperto che è rimasta incinta dopo una notte passata con un soldato nazista. Rifugiatasi in una struttura per ragazze madri, viene però costretta a rinunciare al figlio appena nato. Sola e senza mezzi trova ospitalità in una piccola stazione ferroviaria, dove lavora come inserviente per guadagnarsi da vivere. Un giorno Noa scopre un carro merci dove sono stipate decine di bambini ebrei destinati a un campo di concentramento e non può fare a meno di ricordare suo figlio. È un attimo che cambierà il corso della sua vita: senza pensare alle conseguenze di quel gesto, prende uno dei neonati e fugge nella notte fredda. Dopo ore di cammino in mezzo ai boschi Noa e il piccolo, stremati, vengono accolti in un circo tedesco, ma potranno rimanere a una condizione: Noa dovrà imparare a volteggiare sul trapezio, sotto la guida, della misteriosa Astrid. In alto, sopra la folla, Noa e Astrid dovranno imparare a fidarsi luna dell’altra, a costo della loro stessa vita.

Recensione a cura di Marika Campeti

Noa e Astrid, due donne diverse per origini e tempra che intrecciano i loro destini in una storia bellissima, densa di dolore e speranza.

A fare da sottofondo a questo romanzo che mi è davvero piaciuto molto, l’atmosfera allegra e scintillante del circo che fa da contrasto agli orrori della guerra. Il circo visto da dentro, con i suoi sacrifici, la mancanza di privacy, l’allenamento estenuante, le luci dei riflettori, i bordi consumati del tendone. Il circo che adotta Noa e Theo, due anime che si erano perdute nella neve e che hanno trovato tra le braccia di clown e trapezisti la loro nuova famiglia.

La storia di Noa è dolorosa sin dal principio, lei ci appare come una ragazza scialba e fragile, che si svela essere una tigre man mano che si procede con la lettura. Astrid, la sua tenacia, la sua determinazione e le sue origini ebraiche è la seconda eroina di questo romanzo. Una donna apparentemente dura che accoglie Noa tra le sue grazie in un modo tutto suo, fatto di rimproveri e ordini.

Entrambe devono nascondere un grande segreto che deve essere protetto dalla furia nazista che minaccia il circo e la sua grande famiglia. Nonostante la guerra e l’orrore che imperversa fuori e dentro il tendone del circo, il cuore delle due protagoniste non smette di sperare e provare sentimenti autentici: primo tra tutti la profonda amicizia che le legherà, intessuta tra litigi e confessioni e due amori intensi e controversi che faranno battere il cuore delle due donne  fino alle ultime pagine.

Una storia che ci parla di umanità, raccontata in prima persona dalle due protagoniste stesse con uno stile fluido e scorrevole. Una parentesi su un passato che non dobbiamo dimenticare, sulla persecuzione degli ebrei, passato che purtroppo fa parte della nostra storia .

Dettagli

  • Genere: Narrativa ebraica storica
  • Copertina flessibile: 352 pagine
  • Editore: Newton Compton Editori (4 aprile 2019)
  • Collana:
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10 : 8822720253
  • ISBN-13: 978-8822720252

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.