Oggi parliamo con…Alberto Minnella

 

Intervista a cura di Gino Campaner (ginodeilibri)

 

Oggi nello spazio interviste abbiamo il piacere di ospitare l’autore Alberto Minnella. Grazie per averci dedicato un po’ del tuo tempo.

Sono molto contento di poter fare quattro chiacchiere con te. Preparati perchè sarà un’intervista lunga, io sono un tipo molto curioso. Soprattutto perché mi sono perdutamente innamorato del tuo ultimo romanzo, L’amore è tutto qui. Già il titolo mi ha folgorato, leggendolo poi sono stato definitivamente conquistato. Prima però, di parlare più approfonditamente dei tuoi romanzi, ti faccio qualche domanda di carattere generale. Qualcuna forse un po’ banale ma “necessaria” per conoscere meglio le tue abitudini ed i tuoi gusti libreschi. Allora Alberto raccontaci un po’ di te, dove nasci e vivi, la tua formazione, qual è il tuo lavoro e poi dicci come nasce l’idea di scrivere romanzi.

Nasco nella terra del Caos, quella di Pirandello, per intenderci. Ho vissuto in diverse città, girando buona parte della Sicilia. Adesso sono cittadino catanese. Lo sono da otto anni. La mia grande passione è sempre stata quella della musica, accompagnata dalla lettura. Ho studiato musica moderna a Parigi (nello specifico, studiavo batteria) e Lettere Moderne a Catania. Oltre alla mia attività di musicista, ho lavorato per diversi giornali di cronaca e di approfondimento musicale. Poi l’ultimo giornale per cui lavoravo ha chiuso e purtroppo per tutti voi mi sono cimentato nella narrativa di genere. 

 

Oltre a scrivere sei anche un lettore? Hai un genere preferito? Preferisci gli ebook o il libro cartaceo? 

Sono principalmente un lettore e non mi pongo limiti di genere. Gli unici libri che non leggo sono quelli che dopo trenta pagine mi stanno solo facendo perdere tempo. Adoro il cartaceo, ma leggo anche gli ebook.

Continua a leggere