Bianca – Francesca Pieri

71QIe4E+DTL.jpg

Trama

 

Per sentirsi legate da una profonda, innata complicità, non è indispensabile conoscersi da tanto tempo. È quello che Costanza e Silvia scoprono incontrandosi per caso in un’occasione di lavoro: in un batter d’occhi si riconoscono e si rivelano tutto di loro stesse, compreso il desiderio di essere madri, che diventa il centro delle loro confidenze. Costanza ha trentacinque anni e un matrimonio solido. Silvia è poco più grande di lei e separata di recente. A distanza di pochi mesi l’una dall’altra, si ritrovano entrambe in attesa di un figlio. Le loro giornate scorrono all’unisono, nutrite dalla stessa felicità, dalle stesse speranze. Fino a quando il destino decide di stravolgere ogni previsione. Spinte in direzioni opposte, le due amiche si trovano costrette a guardare le loro vite allo specchio, nel confronto continuo tra quello che è e quello che invece sarebbe potuto essere. Un incrocio di coincidenze difficile da comprendere le spinge verso un futuro incerto, tutto da ridisegnare. Vicine e lontane nello stesso momento, attraverseranno la rabbia, il rimpianto, la solitudine, la diffidenza, nel tentativo necessario di essere, nonostante tutto, madri. L’esordio di Francesca Pieri è soprattutto una sottile, coraggiosa indagine sull’amicizia femminile e sui meccanismi che accompagnano le scelte più complesse, quelle che riguardano la maternità e la vita nel suo divenire.

Voce di Emanuela Di Matteo

 

Recensione a cura di Emanuela Di Matteo

 

L’esordio letterario di Francesca Pieri, appare come una storia di donne dalla narrazione quasi simmetrica. Due amiche, due gravidanze: sullo sfondo un compagno evanescente e un marito premuroso. In primo piano: i sentimenti, i desideri, le speranze di Costanza e Silvia, che hanno l’una per l’altra una gioia di vivere la loro nuova amicizia che è quasi un innamoramento: fatto di consuetudini, confidenze ma anche rispetto e tenerezza.

La scrittrice conosce la giusta alchimia per trasformare le parole in emozioni, descrive stati d’animo, speranze e momenti disperati dotandosi di un totale potere di immedesimazione. L’incipit del romanzo è  senza scossoni, ambientato in una Roma colta e per bene fatta di vie del centro e colazioni al bar. Cosa si raccontano le amiche, cosa rivelano l’una dell’altra e cosa invece preferiscono tacere, talvolta anche a loro stesse? Bianca si addentra nei meandri del pensiero femminile e ne rivela i meccanismi,  talvolta gli inganni.  Ma il romanzo prende davvero vita dopo i primissimi capitoli. Bianca appare come una storia di donne, che le donne immediatamente possono riconoscere, ma in realtà è un libro che dovrebbero leggere soprattutto gli uomini, perchè racconta il più grande dei misteri: quello della vita. Una gravidanza che ancora prima di essere  fisica, vive una sua gestazione nei desideri, nell’immaginazione, nei sogni e nelle paure. E anche di ogni persona che deve fare i conti con  la differenza che passa tra l’immaginato, il desiderato e quello che ci riserva la realtà, e un destino bizzarro che, come sempre, mescola fortune e disgrazie.

La scrittura di Francesca Pieri, si accompagna sempre a una delicata ironia e dispiega veramente le ali quando guarda dentro se stessa, quando la protagonista si ritrova a dover combattere contro emozioni devastanti come una casa a cui minano le fondamenta. Bianca è un romanzo che ha il merito di affrontare argomenti poco usuali nella letteratura contemporanea e delicatissimi: l’amicizia fra donne, pulita e solidale, il desiderio di maternità, che è sempre un viaggio dentro le più grandi paure ancestrali, ed infine il concepimento e la nascita di un bambino con una grave malformazione, con le dolorose scelte che ne conseguono e le loro ancora più devastanti conseguenze, un altro grande tabù. E’ curioso come certe tematiche legate alla maternità, nelle sue declinazioni meno comuni, restino ancora così poco trattate. Ebbe questo merito, ad esempio, il romanzo Lo Spazio Bianco, di Valeria Parrella, che raccontava la nascita prematura di un bambino, trattenuto in ospedale e messo in incubatrice, mentre la madre, che è appena diventata tale senza ancora riuscire ad esserlo, lo attende (vivrà? Morirà?), da cui è stato tratto il film omonimo diretto dalla regista Francesca Comencini. Diviso in 10 capitoli più uno conclusivo, Bianca di Francesca Pieri, coinvolge e commuove profondamente, dandoci un buon esempio di come la letteratura possa affrontare discorsi così delicati e intimi permettendoci di conoscere  davvero l’anima dell’altro.

 

Dettagli

 

  • Genere: Narrativa
  • Copertina flessibile: 222 pagine
  • Editore: DeA Planeta Libri (26 febbraio 2019)
  • Collana: Narrativa italiana
  • Lingua: Italiano
  • SBN-10: 8851167621
  • ISBN-13: 978-8851167622

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.