Quarantena Roma– Dario Giardi

71ZepUDmzXL.jpg

Trama

Roma, 2100. Un’ondata di omicidi, nell’arco di una sola notte, accende l’allarme. Poche ore e la città diventa teatro di ripetuti atti di violenza. All’origine di tutto sembra esserci un virus letale sconosciuto, che trasforma gli esseri umani in creature feroci. Le cause del contagio rimangono ignote, mentre il numero delle persone infette aumenta di giorno in giorno raggiungendo rapidamente i livelli di una pandemia mondiale. Un gruppo di ragazzi cerca di sopravvivere rifugiandosi in un’area isolata e appartata della città. Intanto, in una Città del Vaticano blindata e militarizzata, biologi e medici hanno allestito laboratori dove sperano di sintetizzare l’antidoto al virus. Il contagio sembra essere partito proprio dall’interno delle mura vaticane. È lì che si sono registrati i primi casi. Una coincidenza? Cosa lega la pandemia a una scoperta archeologica fatta anni prima sul Monte dei Cocci, nel Rione storico di Testaccio?

Voce di Eleonora Zaffino

Recensione a cura di Federico Adacher

Quarantena Roma parte da una semplice premessa, molto cara agli amanti dei thriller distopici a tinte horror.

In una notte di un futuro grigio e non troppo lontano, un’epidemia sconvolge il cuore della città Eterna.  Chiunque risulti infetto si trasforma in un essere dominato da violenza e irrazionalità, pronto a trucidare e contagiare qualsiasi vittima gli si pari davanti.

La soluzione migliore per contenere la malattia è quella di chiudere le porte di Roma e cercare di capire come si sia diffuso il morbo e, soprattutto, come debellarlo.

La prima parte del romanzo è estremamente discorsiva. Il lettore viene introdotto nei particolari di un mondo futuristico che potrebbe appartenere a uno degli episodi di Black Mirror: immagini olografiche prodotte da telefonini, simulatori di realtà virtuale, che permettono di vivere qualsiasi esperienza. Trasporti pubblici così veloci da assomigliare al teletrasporto.

Questo meraviglioso mondo viene raccontato dal punto di vista di Flavio: un giovane archeologo, eterno romantico, pessimista riguardo al progresso tecnologico.

Il suo pensiero diventa parte integrante della descrizione di un mondo dilaniato dai continui scontri politici, popolato da individui talmente dipendenti dalla tecnologia, in ogni sua forma, da assomigliare agli automi descritti dal leggendario Isaac Asimov.

Nonostante l’autore abbia svolto un lavoro notevole nel creare una realtà futuristica così dettagliata da sembrare reale e tangibile, non riesce a far sentire il lettore dentro la storia.

Soprattutto nella prima parte, ho avuto la sensazione che la caratterizzazione dei personaggi, l’intreccio narrativo e la scrittura fossero oscurati dal tentativo (pienamente riuscito) di pianificare la costruzione convincente di un mondo futuro in modo realistico, che però appare esageratamente grigio, senza una valida ragione. Dalla metà del romanzo in poi, tuttavia, questa caratterista viene meno.

Quando l’epidemia sveglia la città di Roma nel 2066, dal sonno profondo e senza sogni in cui è immersa, l’azione e i personaggi hanno finalmente spazio per colorare Quarantena Roma di nuove sfumature narrative.

Ho apprezzato la descrizione di una Roma diversa dal solito, teatro perfetto per la minaccia dei morti viventi che raramente sono stati protagonisti della narrativa italiana. Personalmente, avrei preferito che l’autore si fosse soffermato di più sulla parte finale della storia che ho trovato affrettata,  per il resto la mia valutazione è positiva.

Nonostante non brilli per una trama originale, Quarantena Roma affronta da una prospettiva diversa, anche se solo in parte, un tema che non smetterà mai di essere raccontato e ripreso (basti pensare alla rivisitazione del capolavoro di Jane Austen, Orgoglio e Pregiudizio e Zombie). Una lettura caldamente consigliata per tutti gli appassionati di morti viventi.

 

 

Dettagli:

 

  • Genere:Thriller distopico
  • Copertina flessibile: 184 pagine
  • Editore: Robin (19 novembre 2018)
  • Collana: Biblioteca del vascello
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8872743486
  • ISBN-13: 978-8872743485

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.