Pizzica amara – Gabriella Genisi

789058225.jpg

Trama

Nel cimitero di un paesino vicino a Lecce, terra incantata battuta dal vento e incendiata dal sole, viene profanata la tomba di Tommaso Conte, un ragazzo morto qualche anno prima per un sospetto incidente. Poco tempo dopo, lì vicino, vengono trovati due cadaveri: una ragazza di origini balcaniche dall’identità sconosciuta e la liceale Federica Greco, figlia di un senatore. Annegata sulla spiaggia la prima e impiccata a un albero la seconda. A indagare c’è il maresciallo Chicca Lopez, giovanissima salentina e carabiniera ribelle. Appassionata di moto e fidanzata con Flavia, una compagna piuttosto esigente che, come i più genuini mariti pugliesi, la aspetta a casa pretendendo la cena, Chicca ogni giorno lotta per farsi spazio in un ambiente di soli uomini come quello della caserma. Determinata, cocciuta, sfrontata, è alla ricerca della verità costi quel che costi, anche la vita. Cosa lega quei cadaveri e la serie di inspiegabili sparizioni degli adolescenti della zona? E chi è quella donna che si dice possegga gli antichi poteri delle macare, le streghe del Salento? Combattendo l’omertà di una comunità che non vuole incrinare l’immagine di terra da sogno, Chicca Lopez si troverà invischiata in una vicenda dai contorni sempre più inquietanti, tra rituali sanguinosi, magia e loschi traffici. Gabriella Genisi, in un giallo sconvolgente e quanto mai attuale, ci racconta il Salento oscuro delle superstizioni e delle notti della taranta; a farci da guida una carabiniera indimenticabile, che rompe e ribalta tutti i canoni della scena noir.

 Voce di Luciana Fredella

Recensione a cura di Luciana Fredella

Pizzica Amara è il titolo appropriato per il nuovo romanzo di Gabriella Genisi che, grazie alla sua Chicca Lopez, ci svela il Salento più vero, quello sacro (o forse profano) che poco ha a che fare col fenomeno turistico ben più conosciuto. L’autrice non smentisce la sua voglia di indagare nel sociale e, prendendo spunto da fatti di cronaca, ordisce le sue trame. Il plot principale parte dall’omicidio cruento di due ragazze minorenni su cui investiga la protagonista: il maresciallo dei carabinieri di Lecce Chicca Lopez, già figura di spicco in un racconto contenuto nell’antologia Nero Mediterraneo che titolava “Operazione Caterina”.

Apparentemente forte, sicura di sé, insofferente alle regole, Chicca è in realtà una ragazza fragile, desiderosa di affidarsi alla persona che ha accanto. Proprio la sua sfera privata metterà in crisi le sue certezze, inducendola a considerare soluzioni alternative. Diversi sono gli argomenti che fanno da sfondo alla storia principale: anzitutto la malavita ramificata, che inquina e violenta un territorio di rara bellezza, compromettendone le falde con rifiuti tossici, poi l’indolenza e la noia di vivere degli adolescenti, pronti a qualunque nefandezza per contrastare l’apatia e infine il potere, che offusca le prospettive.

A queste negatività corrisponde, tuttavia, un’accurata ricerca e descrizione del territorio che intriga e affascina il lettore, come quando l’autrice tratteggia la figura della macara, la strega del Salento, o la vera natura delle donne pizzicate dalle tarantole, le” tarantate” o ancora la natura secolare degli ulivi e della loro simbologia, non ultimo, il fiume sotterraneo Idume che percorre nel sottosuolo le strade di Lecce.

Ancora una volta Gabriella Genisi ha creato un personaggio dalle grandi potenzialità non solo noir ma anche e soprattutto umane.

 

Dettagli

  • Genere: Noir
  • Copertina flessibile: 364 pagine
  • Editore: Rizzoli (02 aprile 2019)
  • Collana: Nero Rizzoli
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8817112305
  • ISBN-13: 978-8817112307

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.