Istanbul: il viaggio sospeso – Elsa Zambonini Durul

Trama

La storia di Lisa Andreoli si interseca con quella della prozia Lisa Morpurgo, ebrea costretta col marito a una precipitosa fuga dall’Italia a causa delle persecuzioni razziali. Il viaggio dei due coniugi verso la Terra Promessa, iniziato separatamente dai figli, si interrompe a Istanbul, dove la coppia trova rifugio presso l’abitazione di un ospitale francese che consente loro di attendere sul Bosforo l’arrivo dei figli. Qui i due ricevono l’aiuto inaspettato di Angelo Roncalli, allora Vicario Apostolico in Turchia, che in quei tempi riuscì ad aiutare più di ventimila ebrei. La pronipote Lisa Andreoli ritrova il diario di quegli anni, ma la sua lettura non sembra una semplice rievocazione. Tra intrighi internazionali e personaggi senza scrupoli, Lisa Andreoli mette in pericolo la propria vita e quella dei propri cari nel tentativo di dare il proprio contributo a una causa giusta. Un’avventura vissuta nel fascino di Istanbul e dei suoi paesaggi.

Voce di Luciana Fredella

Recensione a cura di Luciana Fredella

Leggere gli avvenimenti di “Istanbul: Il viaggio sospeso”, porta inevitabilmente a riflettere su quello che sta accadendo ora con coloro che giungono da noi, in fuga dai paesi in guerra. La narrazione della fuga dall’Italia di Lisa Morpurgo, a causa delle leggi razziali del 1938, l’allontanamento dai figli per permettere loro di raggiungere la Palestina, la scoperta della morte dei genitori nei campi di concentramento, sono temi più che mai attuali. L’autrice ha abilmente fuso eventi realmente accaduti con eventi di pura invenzione i quali tuttavia sono necessari per raccontare una storia che accomuna molti “scampati” alla Shoah. Ottimo l’espediente del ritrovamento, durante i lavori di ristrutturazione della casa di un’amica della protagonista Lisa Andreoli, del diario di Lisa Morpurgo, la donna ebrea, fuggita dall’Italia. Il contenuto del diario, pian piano appassiona la Andreoli permettendole, inaspettatamente, di conoscere non solo le sue origini ma anche la storia della prozia, Lisa Morpurgo. Commovente è la dedizione e la generosità di monsieur Malisieu che accoglie la Morpurgo e il marito ospitandoli presso la sua abitazione e offrendo loro un lavoro; toccante è l’intervento del cardinale Angelo Roncalli, futuro papa Giovanni XXIII, in aiuto alla famiglia in fuga; sempre più complicate sono le vicende della Andreoli quando comincia a scavare nel suo passato, tanto da rischiare la propria vita e quella dei suoi congiunti. Grazie al susseguirsi continuo di situazioni tese e avventurose il lettore si sente coinvolto nella storia ed emotivamente vicino a Lisa Andreoli. La Zambonini Durul ha organizzato la stesura delle storie in modo che sia facile per il lettore distinguerle, questo grazie all’utilizzo di due registri di scrittura, normale e corsivo, che separano rispettivamente le vicende contemporanee della Andreoli da quelle della Morpurgo risalenti al 1944.

 

Dettagli

  • Genere: Thriller
  • Copertina flessibile: pagine 270
  • Editore: Edizioni della Goccia (7 dicembre 2018)
  • Collana: Verde Mela
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8898916647
  • ISBN-13: 978-8898916641

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.