Morte al Villaggio Giardino – Roberto Roganti

 Trama

Un giallo veloce e maneggevole ambientato “a zonzo per Modena”. Sei amici descritti in chiave più o meno grottesca, un gruppo che può sembrare sconclusionato e irreale, ma proprio il concetto di “gruppo” è la molla vincente che consente al protagonista del romanzo, un giovane e intraprendente giornalista, di provare a risolvere un caso all’apparenza abbastanza confuso. Un’indagine che appassiona e diverte dalla prima all’ultima pagina, oscillando dal melodramma alla commedia fino all’inevitabile epilogo.

Voce di Roberto Roganti

Recensione a cura di Massimo Ghigi

Un gruppo di amici a supporto di un giornalista sempre alla ricerca della ‘Notizia’, all’insegna dell’Amicizia e del piacere di stare insieme, magari con davanti qualcosa di sfizioso da sgranocchiare e, ovviamente, un bicchiere di quello buono da bere; questi sono i ‘cinqueperunosei’, già il nome è uno spasso e rende l’idea del variegato team di investigatori improvvisati costituito da­ Stefano Soranna, detto Pulitzer, giornalista; Luigi Guicciardi, detto Cataldo, commissario di polizia; Mauro Sighicelli, detto Sighi, ex atleta;  Luca Bagnoli, detto Armani, agente di commercio; Armando Bruzzi, detto Malora, commerciante di vino;­ Roberto Roganti, detto Grogghino, becchino.

Come dichiarato dell’autore stesso nell’introduzione dell’opera, ci troviamo davanti ad un libro bello veloce, senza tanti ‘fronzoli’, ma la scelta stilista fatta da Roberto Roganti è assolutamente condivisibile. Il risultato è una storia che dimostra come sia possibile realizzare un romanzo intrigante e che arriva dritto al lettore, senza bisogno di pagine e pagine di descrizioni per far capire a chi legge luoghi, fatti e personalità dei personaggi.

La trama gialla è semplice: un uomo cade dal terrazzo di casa a muore, una ringhiera poco sicura sembra la causa della tragica fatalità ma a Stefano Soranna e ai suoi amici la cosa puzza parecchio, ci sono indizi, stranezze sulla dinamica del presunto incidente ed emergono notizie sulla situazione familiare dell’uomo che fanno pensare a tutto fuorché a un incidente: suicidio? Omicidio da parte della moglie? (peraltro con problemi di salute).

L’originalità del romanzo sta nel come l’autore porta avanti l’indagine, scandita dagli incontri del gruppo ‘cinqueperunosei’ in cui ogni componente, ognuno nel proprio ambito lavorativo, riesce a carpire informazioni preziose dalla gente per poi, di volta in volta, sottoporle al gruppo con cui si confronta e tirare quindi le somme; il risultato di questi incontri non sono altro che gli articoli che Soranna scrive e che il lettore ha la possibilità di leggere in prima persona. Idea veramente interessante!

Altra scelta vincente di Roberto Roganti è scrivere di ciò che conosce! Molti personaggi tra protagonisti e comprimari esistono veramente, perfetta anche l’ambientazione della storia a Modena che emerge in tutta la sua genuinità e schiettezza con fatti e luoghi descritti dall’autore; ovviamente il tutto è ‘adattato’ per esigenze letterarie e ci sta assolutamente. Qui c’è veramente tanto dell’autore che, con la sua simpatia, schiettezza ed esuberanza ci fa sentire tra amici; così, mentre ascoltiamo gli scambi di battute del simpatico gruppo ‘cinqueperunosei’, ci rende parte integrante della combriccola, ne sentiamo il calore umano e percepiamo la voglia di aiutarsi l’un l’altro, vuoi per realizzare l’articolo della vita, vuoi per risolvere una ingarbugliata indagine e dare soddisfazione a opinione pubblica e superiori.

Concludere la lettura di libri come questo lascia un po’ di malinconia, come quando si sta bene con qualcuno ma si è arrivati al momento dei saluti e ci si deve lasciare; per fortuna sappiamo che si tratta di un semplice ‘arrivederci’ e che presto saremo di nuovo a quel tavolo, in compagnia di Grogghino, di Stefano Soranna e di tutti gli altri, magari piluccando qualcosa di sfizioso e bevendo un bicchiere di quello buono! Alla prossima!

Dettagli

  • Genere: Giallo
  • Copertina flessibile: 132 pagine
  • Editore: Edizioni Il Fiorino Modena (19 maggio 2018)
  • Collana: Il Fiorino
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8875497451
  • ISBN-13: 978-8875497453

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.