L’angolo di Letizia – Intervista a Maurizio De Giovanni

La nostra mitica Letizia Vicidomini, nel corso della trasmissione “Letizia di domenica” in onda su Radio Base, ha intervistato lo scrittore Maurizio De Giovanni, in questi giorni nelle librerie con il suo nuovo romanzo “Vuoto. Per i bastardi di Pizzofalcone”, edito da Einaudi editore.

La collezionista di storie perdute – Ann Hood

Trama

Dopo venticinque anni, il matrimonio di Ava è naufragato e lei si ritrova improvvisamente sola, con i figli lontani, presi dalle loro vite. Per tenersi impegnata, entra a far parte di un bookclub, sperando che la passione per la lettura possa aiutarla a stringere nuove amicizie. Quell’anno, il gruppo di lettura chiede a ogni membro di presentare agli altri il libro che si è rivelato più importante nel corso di tutta la vita. Ava si mette alla ricerca di un libro a cui da bambina era molto affezionata, e di cui ricorda nitidamente alcuni passaggi. È stato il libro che l’ha aiutata a superare il trauma della morte della madre e della sorellina. Intanto Maggie, la figlia di Ava, è a Parigi, impegnata in una relazione che la consuma, con un uomo molto più grande di lei. Risalire al misterioso autore e ritrovare il libro sarà un’avventura che rivelerà segreti nascosti nel passato e aiuterà tanto Ava quanto Maggie a ripartire da un nuovo inizio.

Voce di Roberto Roganti

Continua a leggere

ALLA RICERCA DEL LIBRO PERDUTO… La porta – Magda Szabó

a cura di Miriam Salladini

Trama

È un rapporto molto conflittuale, fatto di continue rotture e difficili riconciliazioni, a legare la narratrice a Emerenc Szeredàs, la donna che la aiuta nelle faccende domestiche. La padrona di casa, una scrittrice inadatta ad affrontare i problemi della vita quotidiana, fatica a capire il rigido moralismo di Emerenc, ne subisce le spesso indecifrabili decisioni, non sa cosa pensare dell’alone di mistero che ne circonda l’esistenza e soprattutto la casa, con quella porta che nessuno può varcare. In un crescendo di rivelazioni scopre che le scelte spesso bizzarre e crudeli, ma sempre assolutamente coerenti dell’anziana donna, affondano in un destino segnato dagli avvenimenti più drammatici del Novecento.

Legge Roberto Roganti

Continua a leggere

La fragilità degli angeli – Gigi Paoli

Trama

Sono giorni di angoscia per Firenze dopo la misteriosa scomparsa di un bambino di quattro anni che stava giocando nel giardino della sua casa in collina: di lui rimane solo la piccola bicicletta grigia, appoggiata a un albero. Mano a mano che passano i giorni, le speranze di ritrovare Stefano in vita si affievoliscono, e in città si torna a respirare lo stesso terrore dei tempi del “Mostro”, il famigerato serial killer che uccideva e mutilava le coppiette appartate in campagna.

Per il giornalista di cronaca giudiziaria Carlo Alberto Marchi e il suo collega della “nera”, l’Artista, sono ore di ansia e lavoro frenetico fra la redazione, i luoghi del delitto e un Palazzo di Giustizia sempre più cupo, proprio come il suo soprannome: Gotham. Un’inchiesta serrata che non dà tregua agli inquirenti, la tenace pm Simonetta Vignali, grande amica di Marchi, e il capo della Mobile Settesanti, segnato da un passato violento che non gli concede sconti.

A dare una svolta alle indagini sarà l’inaspettata confessione di uno studente di psicologia: è stato lui a uccidere Stefano, per poi abbandonarne il corpo sulle rive dell’Arno. Sta dicendo la verità? O si tratta solo di un mitomane? E mentre le sponde del fiume vengono battute a tappeto, un altro colpo di scena riaccende la paura. In una celebre basilica sulle oscure colline di Firenze viene ritrovata una lettera anonima che annuncia nuovi orrori: Stefano è stato il primo, ma non sarà l’ultimo…

Poi, il caos si trasforma in silenzio, finché un’intuizione ribalta tutto, anche le storie personali, anche quella di Carlo Alberto Marchi, che si ritrova davanti a qualcosa che mai aveva visto prima.

Voce di Rino Casazza

  Continua a leggere

Oggi parliamo con… Paolo Spagnuolo

Intervista a cura di Massimo Ghigi

 

Ho il piacere di intervistare Paolo Spagnuolo, giornalista e autore dello splendido libro Milano odia. La polizia non può sparare. Storia di un cult nell’Italia degli anni settanta (Milieu edizioni), dedicato ai protagonisti di quello che è senza dubbio uno dei capisaldi del cinema ‘poliziottesco’ (così venivano talvolta chiamati i polizieschi italiani) degli anni ’70.

Ti ringrazio per essere qui con gli amici del blog Giallo e Cucina e comincio subito con il chiederti come nasce la tua passione questo genere di film?

Più che di una passione per i polizieschi italiani la mia è una vera attrazione per “i generi” che negli ultimi venticinque anni si è trasformata in studio e, in parte, lavoro. Il cinema di genere (incluso il poliziesco), principalmente quello italiano degli anni d’oro, corrisponde esattamente alla mia idea di Cinema come fonte d’intrattenimento, senza i vecchi e forzati obblighi legati al c.d. impegno. La realtà che mi circonda la vivo tramite esperienze umane dirette, troppo spesso tristi e stressanti… altro che neo-realismo! Nello scegliere un film – anche quando curo le mie rassegne o cineforum – il mio obiettivo per quei cento minuti è di far evadere me e gli spettatori dalla realtà. Alcuni generi come la fantascienza o gli horror, dove l’incredibile può essere spinto ai massimi livelli, sono perfetti sotto questo punto di vista. Se poi una pellicola oltre a intrattenere contiene un messaggio, magari socio-politico, non c’è nulla di male; quello che molti indicano come impegno è un ottimo optional della settima arte se usato in modo appropriato, ma sempre un accessorio resta. Molti polizieschi italiani degli anni settanta puntavano alla spettacolarità esasperando alcune situazioni della durissima realtà italiana degli anni di piombo. In questo modo gli sceneggiatori, registi e produttori avevano la possibilità di attirare gli spettatori in sala con delle storie e immagini “estreme” ma sempre pertinenti alla realtà. Spesso erano presenti anche delle sotto tracce di denuncia sociale, ma di certo si puntava quasi sempre al più semplice e diretto effetto catartico della vendetta e della violenza. E qui si ritorna al discorso di prima… Detto questo voglio precisare che non disprezzo l’autorialità per partito preso, spesso e volentieri frequento anche quel tipo di visioni.

Continua a leggere

Il fratello minore – Vincenzo Esposito

Trama

Napoli 1963: Marcello Narducci è un giornalista rassegnato dopo tante delusioni e la censura fascista. È solo: morti il padre e la madre, morto anche suo fratello maggiore, nella grande guerra, un anno prima che egli nascesse. Ma pur non avendolo mai conosciuto, con suo fratello vive un rapporto particolare, possessivo. Che si riaccende per un atroce delitto. Un’intera famiglia è stata sterminata in un appartamento chiuso, da cui nessuno può essere uscito. Tutto fa pensare a un momento di follia del capofamiglia, che avrebbe ucciso sua moglie e sua figlia prima di togliersi egli stesso la vita, eppure l’arma del delitto non si trova. Un caso complesso che presto gli svela corrispondenze con la sua vita. Fra cui il tormentato rapporto tra due fratelli.

Legge Eleonora Zaffino

  Continua a leggere

Miseri resti sepolti – Miriam Palombi

Trama

Ossessione. Perversione. Follia.

Queste sono le deviazioni che muovono un assassino. Ma cosa succederebbe se le vittime avessero la possibilità di tornare dall’oltretomba e vendicarsi in un modo altrettanto orribile a quello in cui sono state uccise? Vittima e carnefice sarebbero poi così diversi tra loro? Se potessimo guardare nei loro occhi, vedremmo lo stesso cupo abisso. Divisi in vita, uniti nella morte.

Legge Roberto Roganti

Continua a leggere

Gli Annientatori – Gianluca Morozzi

Trama

«Quand’è iniziato il percorso che mi ha portato a quest’inumana dannazione?» A chiederselo è Giulio Maspero, giovane autore bolognese con due radicatissime passioni: la scrittura e le ragazze. Due strade certe per la rovina. Infatti, tra qualche romanzo più o meno di successo e qualche flirt non proprio innocente, nel mezzo di una calda estate si ritrova senza fidanzata – soprattutto senza la sua casa in cui vivere comodamente – e privo della pace necessaria per completare il romanzo che possa liberarlo, una volta per tutte, dalle insidie di un conto pericolosamente in rosso. Ma poi, in una delle sue serate solitarie in giro per Bologna, si imbatte in un fumettista cialtrone e grottesco in partenza per l’Uruguay, che gli offre di trasferirsi a casa sua per prendersi cura delle piante durante la sua assenza. Una casa piccola, in periferia, senza l’aria condizionata e con vicini invadenti… ma pur sempre una casa gratis. Così Giulio, risollevato da quest’improvvisa fortuna, si trasferisce. Ma perché i vicini, tutti parenti tra loro, sono così gentili e accoglienti? E perché in quella mansarda non ci sono piante? Meglio non chiederselo, forse, visto quant’è affascinante e disinibita la nuova dirimpettaia… Sempre in equilibrio tra reale e surreale, con la consueta abilità Gianluca Morozzi accompagna i suoi lettori lungo una storia in cui, a poco a poco, dalle piccole crepe che si aprono in una situazione comune, filtra l’oscurità inquietante che si nasconde dietro la «normalità».

Legge Roberto Roganti

Continua a leggere

Sarò il tuo specchio – Francesco Fabiano

Trama

Come si fa a capire chi siamo? Spesso non basta una vita per conoscerci. Pensiamo di essere in un modo e poi succede che ci scopriamo diversi, e molte volte questo capita quando ci specchiamo nello sguardo degli altri, quando capiamo come gli altri ci vedono. E ci giudicano… Questo non è solo un libro, ma uno specchio per il lettore, attraverso il quale potrà guardarsi, riconoscersi, scoprirsi, stupirsi e comprendere con quali strumenti poter migliorare. Accrescere l’autostima e la fiducia, acquisire atteggiamenti positivi e attrattivi, migliorare la comunicazione e la relazione con gli altri, mettere a fuoco i propri obiettivi e capire in quale direzione lavorare per raggiungerli: questi alcuni dei temi affrontati in queste pagine adatte a tutti. Un manuale di crescita personale convincente e scorrevole, con una serie di esercizi chiari e utili che vengono esposti sempre dopo una puntuale presentazione teorica. Il lettore è spronato in questo modo ad avventurarsi in un viaggio interiore attraverso la sua personalità e il suo modo di agire e interagire con gli altri.

Legge Roberto Roganti

Continua a leggere

La rete ombra – Giovanni Ziccardi

Trama

In un’aula del Tribunale di Milano, Alessandro Correnti è pronto per discutere il processo più importante della sua carriera. Ha abbandonato i panni di Deus, uno degli hacker più famosi al mondo, e ha indossato di nuovo la toga per difendere la sua cliente Lara da un’incredibile accusa di omicidio. Al momento della sentenza, però, irrompe in aula Nemesys, il più noto e inafferrabile ladro d’identità cinese, che gli consegna una busta e uno strano rotore e poi scompare di nuovo nel nulla. Mentre Deus e il suo nuovo collaboratore, Massimo Foresta, cercano di comprendere un enigma che li porterà nella parte più buia e pericolosa della rete, uno stalker vendicativo e di grande esperienza li prende di mira. Fra droni che volano sui tetti di Milano e hacker cinesi in fuga, spie straniere e criminali senza scrupoli, poliziotti dal cuore buono e ricercatori di virus informatici, ex agenti del Mossad, visionarie studiose di diritto internazionale e affascinanti criminologhe, Correnti deve sfuggire a minacce mortali e proteggere a ogni costo informazioni che potrebbero cambiare il destino del mondo. Innescherà una guerra elettronica che colpirà senza pietà tutta la città e le sue infrastrutture critiche: la metropoli diventerà ben presto terreno di caccia per i più spietati hacker del pianeta. Questa volta Deus avrà bisogno di tutta la sua abilità di hacker per sopravvivere. Soprattutto, dovrà chiedere aiuto a personaggi che riteneva sepolti per sempre nel suo oscuro passato.

Legge Roberto Roganti

  Continua a leggere