L’impostore – George Harrar

Trama

La vita di Evan Birch, docente universitario di filosofia, scorre tranquilla tra la sua adorata famiglia e le lezioni ai suoi studenti cui cerca di inculcare l’amore per la verità. Tutto cambia il giorno in cui la polizia si presenta alla sua porta, ritenendolo responsabile del rapimento di una ragazza. Sembra un’accusa assurda, ma quando nella sua auto viene ritrovato il rossetto della giovane scomparsa, tutti i sospetti sembrano convergere su di lui. Anche la moglie e i figli di Evan cominciano a nutrire dubbi sulla sua innocenza. E mentre la polizia lo sottopone a una serie di interrogatori decisamente non convenzionali, il professor Birch tocca con mano quanto la verità possa essere inafferrabile, tanto da ipotizzare una soluzione estrema: inventare una propria versione e sostenerla strenuamente fino alla fine…

Voce di Roberto Roganti

Recensione a cura di Alessandra Rinaldi

Una vita tranquilla quella del professore di filosofia Evan Birch.

Una moglie, due figli gemelli, le lezioni all’università. Tutto quasi banale. Fino a quando, un giorno, viene fermato dalla polizia.

E la necessità del tempo e dello spazio, così cara alle teorie dei suoi filosofi, diventa un incubo.

Dove è finita Joyce Bonner? Dov’era Evan quel pomeriggio del 23 agosto? È coinvolto in qualche modo con la scomparsa della ragazza?

Un’accusa che costringe il professore a rimettere tutto in discussione. Si ritrova confuso, disorientato, additato dalle persone e, cosa ancora più grave, deve sopportare lo sguardo della moglie e dei figli che cominciano a dubitare della sua innocenza.

Un thriller dove le parole hanno un peso enorme. Le lezioni di filosofia e le dottrine dei filosofi si intersecano e danno vita a un giallo introspettivo e psicologico.

L’autore analizza le abitudini quotidiane, le ossessioni che fanno parte dell’esistenza, le inquietudini che ci toccano da vicino, per trasportarci in un mondo di riflessioni e ragionamenti in merito alle nostre azioni. Non tutti i comportamenti sono dettati da pensieri coscienti.

La quotidianità assume contorni sospetti e il lettore si trova a riflettere sul significato di ogni singola parola pronunciata e sul mistero della vita.

Ogni nostra azione, ogni nostro comportamento, ogni domanda che poniamo e ogni risposta possono essere interpretate in vari modi, ognuno all’opposto dell’altro, a seconda di come vengono dette e per come vengono acquisite da chi ci sta vicino.

Un romanzo che ci fa capire che il limite tra innocenza e colpevolezza è dettato solo dai punti di vista, da come si guardano e da come si intendono le cose.

L’autore ci trascina all’interno dei personaggi, li analizza e li studia, creando una realtà sempre in bilico tra bene e male.

Un libro dal ritmo incalzante, una trama interessante e originale.

Dettagli

  • Genere: Thriller
  • Copertina flessibile: 272 pagine
  • Editore: Time Crime (30 agosto 2018)
  • Collana: Narrativa
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8834736230
  • ISBN-13: 978-8834736234

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.