La casa della bellezza – Melba Escobar

Trama

La Casa della bellezza è un centro estetico di lusso nell’esclusiva Zona Rosa di Bogotá, e Karen una delle sue estetiste più richieste. Ha poco più di vent’anni, è india, ed è molto bella. Alla Casa si prende cura dei corpi delle donne ricche, mogli-amanti-madri di politici, vip di turno, scrittori famosi, personaggi che incarnano ed esercitano il potere in tutte le sue declinazioni. Nella sua cabina, raccoglie le confidenze delle clienti. Una di loro, una ragazza molto giovane, viene trovata morta il giorno dopo il loro appuntamento. Era arrivata con ancora addosso l’uniforme della scuola, emozionata, e Karen è l’ultima persona ad averla vista viva. E a sapere chi doveva incontrare. È l’inizio di un complesso caso di malagiustizia che come una spirale si avvolge intorno a Karen, l’anello più debole di un meccanismo inattaccabile che impedisce ai potenti di pagare per le proprie colpe e che non lascia scampo a chi vi rimane incastrato. E una donna, tanto più se povera e appartenente a una minoranza etnica, è il candidato colpevole ideale.

Recensione a cura di Roberto Gassi

La Casa della bellezza non poteva non essere ubicata nella Zona Rosa, il quartiere dello shopping di Bogotà. Cabina numero tre, dove inizia la storia di Karen e quello che si confessa in cabina non esce di lì. Il lettino dell’estetista è come quello dello psichiatra. Isolarsi dal mondo e collegarsi al proprio corpo sentendosi liberi di svelare la propria vita in un’intima conversazione. La morte della giovane studentessa Sabrina Guzmán il giorno successivo all’intervento di bellezza nell’omonima Casa ad opera di Karen. Lucía Estrada, una ghost-writer per il suo consorte Eduardo Ramelli che firma i libri della moglie e gode di un successo che non gli appartiene ma che lo rende ambizioso e bramoso di altro successo. Un rapporto usurato dall’indifferenza in cui Lucia si rende conto che quello che hanno in comune si riduce più ai racconti di suo marito, su come esercita la sua arte culinaria che alla passione per i racconti letterari, loro pane quotidiano. Conforto alla sua esistenza e al male di vivere sono le mani di Karen che con i suoi massaggi fa rivivere al suo corpo la sensazione di una tattile tenerezza obliata da tempo. Relax o desiderio carnale?

Un romanzo giallo sulle donne che non fa sconti alle donne, evidenziandone, per tipologia, le qualità e fragilità e disprezzando ciò che le imbruttisce nell’estetica e nell’anima, ma anche su quanto la nostra società ancora maschilista sappia crudelmente colpirle e ferirle miseramente senza giustificazione alcuna.

Una trama che si svela piano e porta il lettore a sentirsi come un bimbo che scarta lentamente la sua caramella, conducendolo all’ultima pagina passando accuratamente nelle vite di ogni personaggio e per le vie di un’affascinante e grigia Bogotà, il tutto narrato dal personaggio ben pensato di Claire Dalvard. Una scelta stilistica di narrazione che cattura.

Melba Escobar, ci racconta con maestria e lucidità, le crudeltà che la donna ancora oggi sopporta e un mondo (politico e religioso) che ancora dibatte su ciò che possa essere considerato amore e su cosa non lo è, mettendo in discussione conquiste come l’aborto e le unioni civili. Un mondo in cui l’uomo è relegato dall’autrice al ruolo del prepotente, egoista e meschino, facendoci sentire piccoli.

Una lettura scorrevole e mai scontata che dura duecentoventuno pagine.

Una storia in cui bisogna tenere a mente che: “non c’è nulla di più ingannevole di un fatto evidente”.

 

Dettagli

  • Genere: Giallo
  • Copertina flessibile: 221 pagine
  • Editore:Marsillio (27 Settembre 2018)
  • Collana: Farfalle
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8831729837
  • ISBN-13: 978-8831729833

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.