Chi di spada ferisce. La nuova inchiesta di Adriano Panatta – Giorgio Serafini Prosperi

Trama

Dopo aver brillantemente risolto un caso difficile ed essere uscito da una tumultuosa storia d’amore, l’ex commissario Adriano Panatta ha bisogno di rimettersi in sesto. Ma una notizia di cronaca ascoltata alla radio sconvolge i buoni propositi. Un amico d’infanzia, Lorenzo Landolina, sacerdote impegnato nel sociale, è stato arrestato per un crimine mostruoso, imperdonabile, nei confronti di un ragazzino. Adriano non può ammettere che l’amico sia colpevole, neanche quando le prove contro di lui si saldano una dopo l’altra. Ma una parte di sé è attraversata dal dubbio. Quanto conosce davvero Lorenzo? Cosa c’è dietro i suoi continui viaggi in Africa, l’impegno nelle periferie, i contatti con le alte gerarchie del Vaticano? E che senso ha l’amicizia, se rimane fissata nel tempo come una foto sbiadita, troppo debole per resistere ai pregiudizi? Dopo Una perfetta geometria, torna l’eroe anomalo e malinconico di Giorgio Serafini Prosperi, in un giallo che indaga i luoghi più oscuri dell’animo umano, dove la colpa diventa violenza, anche verso se stessi, e la paura sfocia nel tradimento.

Recensione a cura di Massimo Ghigi

Avendo già apprezzato Giorgio Serafini Prosperi con la prima indagine di Adriano Panatta in Una perfetta geometria, ho letto questo suo nuovo libro con molta curiosità e tante aspettative; le impressioni positive avute a suo tempo sono state assolutamente confermate!

Se da un lato l’ex commissario Panatta si trova ancora una volta a dover fare i conti con trame occulte e giochi di potere, dall’altro deve affrontare un tremendo senso di colpa nei confronti di un amico che sente di avere deluso e abbandonato a più riprese, nel momento in cui aveva più bisogno di aiuto.

Questi sono i due temi portanti del libro che, inevitabilmente, si incrociano e mettono in serie difficoltà il protagonista.

Ora più che mai Panatta deve confrontarsi con le proprie debolezze e i propri pregiudizi; alla sua continua, estenuante battaglia contro la dipendenza da cibo e contro i guai derivanti da amori passati e infatuazioni recenti, si affianca ora la presa di coscienza di avere ingiustamente girato le spalle ad un caro amico d’infanzia insieme ai suoi familiare e a chi, in teoria, avrebbe dovuto supportarlo e appoggiarlo nelle sue scelte, per quanto impopolari e contro corrente.

Uno degli aspetti che più apprezzo nell’autore è proprio quello di riuscire in maniera semplice e immediata a far emergere sentimenti e sensazioni dai propri personaggi; il lettore viene inevitabilmente a provare empatia per loro, per le loro debolezze, che sono poi quelle di tutti gli esseri umani e proprio per questo non si sente di giudicarli ma, anzi, ne condivide lo struggimento.

Anche la trama prettamente noir del libro è decisamente intrigante e avvincente; a mano a mano che Panatta prosegue nelle proprie indagini per scagionare il proprio amico da una infamante accusa di pedofilia – ancora più infamante per via del fatto che si tratta di un prete – il lettore si trova a toccare con mano tutto il marcio di cui gli uomini possono macchiarsi.

Panatta a tratti si trova solo a combattere come Don Chisciotte contro i mulini a vento! Solo lui ha ancora fiducia e non teme di scoprire la verità… anche perché potenti sono le forze che si celano nell’ombra e chi, per diverse ragioni, si trova ad aiutarlo, rischia la vita!

Finale in chiaro-scuro, perfetto per questa storia; ma qui mi fermo, non vi svelo nulla, posso solo caldamente invitare chi legge a trascorrere qualche piacevole ora insieme a Giorgio Serafini Prosperi e al suo Adriano Panatta… l’ex commissario, non il tennista!

Alla prossima!

 

Dettagli

  • Genere: Noir
  • Copertina flessibile: 297 pagine
  • Editore: NN Editore (22 Febbraio 2018)
  • Collana: La stagione
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8899253595
  • ISBN-13: 978-8899253592

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.