Aria di vetro – Elisa Della Scala

Trama

Dodici racconti che ruotano sulla fugacità di certi attimi, sul ruolo del tempo e dei ricordi. L’autrice si interroga sull’effettiva esistenza della realtà e sulle possibilità che si aprono quando ci si ritrova a perdersi in se stessi. Situazioni e storie di vita più o meno quotidiana viste da un’angolazione tutta interiore, un percorso intenso e variegato per cercare di dare un significato più intimo e profondo al presente e alle scelte che compiamo. Fino ad arrivare all’ultimo racconto, il più singolare e complesso di tutti: “Aria di vetro”. Un futuro carico di simbologie e riferimenti filosofici. Una misteriosa corsa contro il tempo alla ricerca della realtà stessa, di una verità più intrinseca. Solo raggiunta questa consapevolezza saremo liberi di andarcene zitti, tra gli uomini che non si voltano, con il nostro segreto.

Recensione a cura di Dario Brunetti

Questa raccolta di dodici racconti, scritti con quella necessaria freschezza dalla giovane autrice esordiente Elisa Della Scala, prendono per mano il lettore conducendolo nella realtà quotidiana.

Ogni protagonista si trova di fronte ad una scelta o a decidere per le persone che lo circondano facendolo in pochi attimi, fondamentale l’importanza del tempo che impatta su ogni storia narrata.

Un romanzo in cui ogni storia, slegata dall’altra, è trattata con delicatezza mentre le vite dei protagonisti scorrono e ognuna è alla ricerca di qualcosa, di un significato o di un valore estremo, passando dall’amore alla vendetta.

Pensando ad Aria di vetro, ultimo dei dodici racconti, si ricorda con piacere Montale, uno dei massimi esponenti della corrente ermetica e dal quale l’autrice ha preso ispirazione. L’obiettivo di questo romanzo è condurre il lettore in viaggio con la mente, alla ricerca di una realtà nascosta e di una verità quasi irraggiungibile, in una dimensione lontana dal presente, proprio ciò che accade a ciascuno dei protagonisti.

Della Scala, con semplicità e naturalezza, affronta storie strutturalmente complesse ma incisive e cariche di profondità.

La realtà e le sue molteplici forme, un’analisi introspettiva da parte dell’autrice che si fa largo attraverso le vite messe a confronto di ogni essere umano e sviscerate in ogni storia tramite un percorso chiamato tempo.

Quest’ultimo, come definivano gli Stoici, è una linea retta tra passato e futuro con un puntino nero al centro denominato presente e nel momento della sua fugacità – come nei racconti dell’autrice – non esiste più, tende a sparire.

Ritroveremo presto l’autrice, e personalmente me lo auguro davvero. Quando si esordisce con una raccolta di storie come queste, alcune di rara bellezza, non si può che proseguire il cammino intrapreso continuando a stupire!!!

 

Dettagli

  • Genere: Narrativa
  • Copertina flessibile: 132 pagine
  • Editore: Ensemble (1 Marzo 2018)
  • Collana: Officina
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8868812533
  • ISBN-13: 978-8868812539

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.