Solo tra ragazze – Diana Lama

Trama

Sette amiche napoletane, ex-compagne di classe, ormai vicine ai quaranta, organizzano una rimpatriata. Niente figli, niente mariti: sarà un weekend solo tra di loro, da trascorrere a Villa Camerelle, una grande casa isolata nella campagna toscana dove, vent’anni prima, avevano festeggiato la fine del liceo. Per dare un tocco di avventura alla breve vacanza, hanno deciso di non portare i cellulari. Piera è quella che dovrebbe accogliere le amiche; ha pensato lei ad affittare la villa. Ma quando le altre arrivano, alla spicciolata, Piera non c’è. Chissà, forse un ritardo, un imprevisto. Le amiche chiacchierano, scherzano, rivangano vecchie storie dei tempi della scuola, si raccontano le loro nuove vite. E intanto si scrutano, si studiano. Assieme ai ricordi riemergono anche i vecchi rancori, le piccole rivalità, le invidie camuffate sotto i complimenti, i segreti sporchi. E l’allegria e la complicità, un po’ costruite, si incrinano quando, di punto in bianco, sparisce anche Deda. Passano le ore, e a un certo punto non si trova più nemmeno Giovanna. Cosa è accaduto? Sono fuggite? Partite senza dire nulla? Quando, domenica mattina, si dilegua anche Maria Luisa, l’inquietudine si trasforma in paura, e la paura in terrore. Sono rimaste in tre. Sole nella grande casa antica dai muri spessi e silenziosi, che le ha accolte solo per inghiottirle.

 

Recensione a cura di Massimo Ghigi

Leggendo la sinossi di questo romanzo di Diana Lama ho pensato subito ad una rivisitazione tutta al femminile di “Dieci piccoli indiani” e, in effetti, l’autrice stessa cita espressamente all’interno del suo libro il capolavoro di Agatha Christie.

“Eh vabbè ma che noia!” potrebbe pensare qualcuno… oppure “Audace!!!” potrebbe sostenere qualcun altro… quello che posso dire personalmente, dopo aver letto questo romanzo (in due giorni), è che la formula “gruppo di persone isolate che vengono eliminate una ad una”, in mano a Diana Lama, continua a funzionare alla grande!

L’autrice orchestra magistralmente un gioco al massacro emotivo, prima ancora che fisico; le sette ‘amiche’ (o meglio sei, perché una ha vita brevissima!) che si ritrovano insieme, quasi per gioco, chiuse in ‘cattività’ per pochi giorni, tirano fuori il peggio di sé, tra invidie e piccole meschinità sempre, ovviamente, con il sorriso sulle labbra.

Il sanguinoso ‘body count’ di cui siamo spettatori diventa quasi catartico rispetto al disagio che riesce a far crescere dentro di noi l’autrice.

L’ambientazione della trama è decisamente suggestiva e la Lama ci conduce magistralmente nei meandri di questo grande maniero ricco di stanze, sotterranei e dedali non percorsi da essere umano da tempi immemori, scenario in passato di un terribile fatto di sangue ma, soprattutto, di un indicibile segreto che unisce le sette ragazze e che sarà (in parte) il motivo scatenante dell’inevitabile mattanza.

La psicologia delle protagoniste è, giocoforza, l’altro punto forte del romanzo, fatto inizialmente più di confronti tra i personaggi, dialoghi e pensieri, che non da azioni che, all’interno di una casa, non possono che essere limitate; le diverse personalità delle ragazze sono definite benissimo e non sono ‘schematiche’ ma bensì ricche di sfumature a sottolineare conflitti (interiori e non) mai sopiti.

Il finale è assolutamente degno delle aspettative che si possono avere da thriller di questo tipo; quando il disegno della mente malata viene portato alla luce del sole (si fa per dire…), l’azione e l’adrenalina salgono a mille e siamo costretti a rimanere attaccati alle pagine del libro fino ai ringraziamenti finali!

Questo bellissimo thriller è stato tradotto in diversi paesi e mi auguro che venga riscoperto e ristampato anche in Italia perché lo merita davvero; nel frattempo penso che custodirò in cassaforte la mia copia, trovata fortunosamente in un mercatino della mia città…

Alla prossima!

 

Dettagli

  • Genere: Thriller
  • Copertina flessibile: 237 pagine
  • Editore: Piemme (2 Maggio 2007)
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8838462046
  • ISBN-13: 978-8838462047

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.