Oggi parliamo con… Mariano Sabatini

Intervista a cura di Alessandro Noseda

 

Abbiamo il piacere di ospitare nella nostra cucina il giornalista, scrittore, commentatore, influencer… (e molto altro ancora) Mariano Sabatini

Benvenuto! Noi di Gialloecucina chiediamo sempre agli ospiti una ricetta speciale. Se ti va, la prepariamo insieme mentre chiacchieriamo…

Cosa cuciniamo?

Il pancotto che mi faceva mia nonna. Pane raffermo, casareccio preferibilmente, ma anche panini e quelle che a Roma chiamiamo rosette, a Milano credo siano le michette. Acqua quanto basta in cui metteremo un paio di spicchi d’aglio, del sale grosso e alcune foglie d’alloro. Quando bolle, buttiamo dentro il pane, circa 80 gr. a testa, ma anche 100. E appena l’acqua si sarà assorbita, se è troppa aggiungiamo altri pezzi di pane o del pane grattugiato, quindi un giro di olio extravergine d’oliva, del pepe se piace, e una spolverata di parmigiano. Semplice e buonissimo.

 

Cominciamo con una breve biografia? Chi è Mariano?

Da circa venticinque anni un giornalista e uno che scrive, ovunque e per qualunque medium: carta stampata, web, libri, radio, tv. Per i maggiori network ho firmato programmi storici come Tappeto volante e Parola mia di Luciano Rispoli e poi, tra gli altri, Uno Mattina. Ora continuo a frequentare gli studi televisivi come commentatore e ho una mia trasmissione su InBlu Radio, dal titolo AtuXtv, dove analizzo i programmi della settimana e intervisto personaggi legati alla tv. Ma la vera novità per me sono i romanzi, ne ho scritti due, di genere giallo noir thriller, con protagonista il giornalista investigativo Leo Malinverno: L’Inganno dell’ippocastano e Primo venne Caino, entrambi pubblicato da Salani.

 

Scegli pure un vino. Hai preferenze?

Non sono un gran bevitore, preferisco i bianchi, ben freddi, tipo il Ribolla gialla. Se rosso deve essere che sia un Amarone.

  Continua a leggere