Gli Eredi – Wulf Dorn

Trama

Robert Winter è uno psicologo. Interpellato per una consulenza da un detective che segue un’indagine, si trova di fronte al suo caso più difficile. La paziente è una donna traumatizzata, unica sopravvissuta a un evento misterioso avvenuto in un paesino di montagna. Ma si tratta veramente di una testimone o la verità è molto diversa? Perché nel bagagliaio della sua macchina la polizia ha fatto una scoperta terribile. La donna sembra impazzita, la storia che racconta sembra uscita dai peggiori incubi di uno psicopatico. Tocca a Robert scoprire la verità. Una verità difficile da immaginare…

Recensione a cura di Elio Freda

Ti alzi la mattina e affronti la tua giornata. Tra il traffico (quello con la T) la riunione in privato col capo sull’andamento del lavoro (pessimo) la litigata al telefono con tua moglie, lo specchietto per terra quando torni al parcheggio e il traffico del rientro, vorresti non aver mai vissuto o sogni di dimenticare tutto quanto prima. Torni a casa, apri la porta e trovi Wulf Dorn sul divano che ha visto la tua giornata, l’ha riscritta e decide di fartela leggere. Tu pensi sia un pazzo ma non vuoi fargli un torto. Ti siedi nel divano accanto e inizi a leggere. Non semtterai di farlo finchè l’ultima pagina non sarà stata voltata.

Spero che la premessa renda l’idea su quello che io ritengo essere uno degli scrittori contemporanei con uno stile narrativo del genere quasi perfetto. Detto questo, Gli Eredi, ultima fatica dello scrittore tedesco, a me non è piaciuto per una motivazione: il fatto che il tema e la morale del libro non sia ricavata dalla storia ma espressamente scritta dall’Autore, quasi a voler giustificare alcune scelte narrative. Dorn è un maestro nel gestire il sogno, quella parte in cui tutto sembra vero anche se non lo è. Il risveglio invece è una parte non sempre convincente nei suoi libri e, secondo me, lo è anche in questo.

Un piccolo passo avanti rispetto al precedente ma anni luce da quello che è stato in passato, spero che quanto prima torni ad affrontare romanzi con un taglio più psicologico e meno fantastico dove, secondo me, rende molto di più.

Leggetelo perché merita e fatemi sapere cosa ne pensate!

Dettagli

  • Copertina flessibile: 300 pagine
  • Editore: Corbaccio (18 aprile 2017)
  • Collana: Top Thriller
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8867001590
  • ISBN-13: 978-8867001590
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...