Il maestro delle ombre – Donato Carrisi

Trama

Una tempesta senza precedenti si abbatte sulla capitale con ferocia inaudita. Quando un fulmine colpisce una delle centrali elettriche, alle autorità non resta che imporre un blackout totale di ventiquattro ore, per riparare l’avaria.

Le ombre tornano a invadere Roma. Sono passati cinque secoli dalla misteriosa bolla di papa Leone X secondo cui la città non avrebbe «mai mai mai» dovuto rimanere al buio.
Nel caos e nel panico che segue, un’ombra più scura di ogni altra si muove silenziosa per la città lasciando una scia di morti… e di indizi.
Tracce che soltanto Marcus, cacciatore del buio addestrato a riconoscere le anomalie sulle scene del crimine, può interpretare. Perché Marcus è sì un prete, ma appartiene a uno degli ordini più antichi e segreti della Chiesa: la Santa Penitenzieria Apostolica, conosciuta anche come il tribunale delle anime. Ma il penitenziere ha perso la sua arma più preziosa: la memoria. Non ricorda nulla dei suoi ultimi giorni, e questo dà un enorme vantaggio all’assassino.
Soltanto Sandra Vega, ex fotorilevatrice della Scientifica, può aiutarlo nella sua caccia. Sandra è l’unica a conoscere il segreto di Marcus, ma ha sofferto troppe perdite nella sua vita per riuscire ad affrontare nuovamente il male. Eppure, qualcosa la costringe a essere coinvolta suo malgrado in questa indagine…
Ma il tramonto è sempre più vicino, e il buio è un confine oltre il quale resta soltanto l’abisso.

Recensione a cura di Francesca Mancini

A mio avviso, il vero protagonista del nuovo thriller di Carrisi è il buio.  L’autore è riuscito con grande maestria a far vivere sulla mia pelle la sensazione di angoscia, panico, claustrofobia e smarrimento che il blackout getta sulla Città Eterna, la mia.

La storia mi ha convinta, il ritmo è serrato: indizio dopo indizio sono stata trascinata sotto la pioggia battente e le tenebre in una corsa contro il tempo e il male, in una Roma in cui nulla è più come dovrebbe essere. E’ stato un grande piacere ritrovare anche Marcus e Sandra, che avevo già amato ne “Il Tribunale delle Anime” e “Il Cacciatore del Buio”.

Carrisi, secondo me, è tornato in grande spolvero: da leggere assolutamente!

 

Dettagli:

  • Copertina rigida: 400 pagine circa
  • Editore: Longanesi (dicembre 2016)
  • Collana: La Gaja Scienza
  • Lingua: italiano
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...