Inferno – Dan Brown

Trama

Il profilo di Dante che ci guarda dalla copertina è il motore mobile di un thriller che di “infernale” ha molto. Il ritmo e poi il simbolismo acceso, e infine la complessità dei personaggi. Non è sorprendente che lo studioso di simbologia Robert Langdon sia un esperto di Dante. È naturale che al poeta fiorentino e alla visionarietà con cui tradusse la temperie della sua epoca tormentata il professore americano abbia dedicato studi e corsi universitari ad Harvard. È normale che a Firenze Robert Langdon sia di casa, che il David e piazza della Signoria, il giardino di Boboli e Palazzo Vecchio siano per lui uno sfondo familiare. Ma ora è tutto diverso, non c’è niente di normale. È un incubo e la sua conoscenza della città fin nei labirinti delle stradine, dei corridoi dei palazzi, dei passaggi segreti può aiutarlo a salvarsi la vita. Il Robert Langdon che si sveglia in una stanza d’ospedale, stordito, sedato, ferito alla testa, gli abiti insanguinati su una sedia, ricorda a stento il proprio nome, non capisce come sia arrivato a Firenze, chi abbia tentato di ucciderlo e perché i suoi inseguitori non sembrino affatto intenzionati a mollare il colpo. Barcollante, la mente invasa da apparizioni mostruose, il professore deve scappare. Aiutato solo dalla giovane dottoressa Sienna Brooks, soccorrevole, ma misteriosa come troppe persone e cose intorno a lui, deve scappare da tutti. Comincia una caccia all’uomo in cui schieramenti avversi si potrebbero ritrovare dalla stessa parte, in cui niente è quel che sembra.

Recensione a cura di Anna Toffan

Premessa: lungi da me il voler criticare un grande come Dan Brown. Avessi anche solo un decimo della sua fantasia, cultura e abilità non starei solo a leggerli i libri, ma ne avrei scritto almeno una dozzina! ma…onestamente…pensavo meglio…

Pregi: a metà tra una guida del Turing club ed un copione cinematografico, il libro si fa leggere tutto d’un fiato soprattutto per sapere come va a finire la vicenda che sicuramente è molto attuale in quanto si parla di bioterrorismo. Ho particolarmente apprezzato l’ambientazione tutta Italiana della vicenda e il profondo amore dell’autore per il “Bel Paese” che traspare da ogni pagina. Inoltre chi come me si era affezionato al professor Robert Langdon (che ormai nel mio immaginario ha la faccia di Tom Hanks) lo ritroverà anche in questo romanzo con tutto il suo fascino e carisma.

Difetti: diciamo che tutta la vicenda in se è un po’ troppo inverosimile, a partire dalle tempistiche (tutto – e succede veramente di tutto – accade in soli tre giorni), fino alla conclusione della vicenda che ovviamente non svelerò per non rovinare la sorpresa, ma che ha del rocambolesco! Infine, ma questo non è una novità per chi già conosce Dan Brown, il continuo susseguirsi di riferimenti eruditi ed intermezzi didascalici, alla lunga può risultare pedante.

Dettagli

  • Copertina flessibile: 522 pagine
  • Editore: Mondadori (20 settembre 2016)
  • Collana: Oscar absolute
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8804665378
  • ISBN-13: 978-8804665373
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...