7-7-2007 – Antonio Manzini

Trama

“Lo sai cosa lasciamo di noi? Una matassa ingarbugliata di capelli bianchi da spazzare via da un appartamento vuoto”. Rocco Schiavone è il solito scorbutico, maleducato, sgualcito sbirro che abbiamo conosciuto nei precedenti romanzi che raccontano le sue indagini. Ma in questo è anche, a modo suo, felice. E infatti qui siamo alcuni anni prima, quando la moglie Marina non è ancora diventata il fantasma del rimorso di Rocco: è viva, impegnata nel lavoro e con gli amici, e capace di coinvolgerlo in tutti gli aspetti dell’esistenza. Prima di cadere uccisa. E qui siamo quando tutto è cominciato. Nel luglio del 2007 Roma è flagellata da acquazzoni tropicali e proprio nei giorni in cui Marina se ne è andata di casa perché ha scoperto i “conti sporchi” di Rocco, al vicequestore capita un caso di bravi ragazzi. Giovanni Ferri, figlio ventenne di un giornalista, ottimo studente di giurisprudenza, è trovato in una cava di marmo, pestato e poi accoltellato. Schiavone comincia a indagare nella vita ordinata e ordinaria dell’assassinato. Giorni dopo il corpo senza vita di un amico di Giovanni è scoperto, in una coincidenza raccapricciante, per strada. Matteo Livolsi, questo il suo nome, è stato finito anche lui in modo violento ma stavolta una strana circostanza consente di agganciarci una pista: non c’è sangue sul cadavere. Adesso, l’animale da fiuto che c’è dentro Rocco Schiavone può mettersi, con la spregiudicatezza e la sete di giustizia di sempre, sulle tracce “del figlio di puttana”…

Recensione a cura di Marianna Fedeli

Rocco Schiavone ci rivela un po’ più di se e dei suoi perché. Ci fa entrare nella sua vita, nel suo cuore apparentemente cinico, nella sua anima apparentemente selvaggia e ribelle.
Rocco è costretto dagli eventi a rivivere quel passato che tanto gli fa male, a ripercorrere quegli eterni attimi che hanno trasformato il suo vivere , ed inoltre è costretto a farlo da quella “giustizia” che lo ha trapiantato ad Aosta con l’infamia della punizione. Tra il vecchio e il nuovo Rocco c’è un turbinio di emozioni che raggiungono il climax con il cambio perpetuo del suo umore. Il vecchio e il nuovo Rocco possono entrambi contare su quegli amici che mai l’hanno abbandonato e che saranno anche qui pronti a dividere e condividere con lui quanto lui si sente pronto a cedere.

Dettagli

 

  • Copertina flessibile: 369 pagine
  • Editore: Sellerio Editore Palermo (7 luglio 2016)
  • Collana: La memoria
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8838935408
  • ISBN-13: 978-8838935404

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...