FARRO E CANNELLA #4 : I Chiodi di Garofano e il Natale

In Epoche lontane, li scoprirono i Cinesi.I primi usi  nel nostro continente sono stati trovati in Siria.nei reperti della Mesopotamia.Più tardi i Romani li importarono dalla via dell’incenso(Oman e Yemen)

Gregorio Magno, il famoso Papa leggeva e si incuriosiva di questa spezia.

Ma com’è la pianta?..E’ una pianta molto alta dai 10 ai 15 metri e sempreverde.Cresce in maniera spontanea in Indonesia, in Madagascar.Ha foglie rosate quando sono giovani, che poi diventano verdi brillanti. Dopo la stagione delle piogge iniziano a sbocciare i fiori. Di colore giallo verde all’inizio poi rossi una volta raggiunta la maturazione.

Usati molto nella cucina Indiana, nello Sri Lanka, nel Nord Africa e nei paesi arabi in genere. I preziosi chiodi aromatizzano  risi, zuppe e carni.

In Europa sono usati negli stufati, nelle salse e soprattutto nelle bevande e dolci.

IL PANPEPATO E IL VIN BRULE’ sono tra i più comuni usi invernali.

Ricchi di manganese sono una buona dose  di Omega 3.Sono molto usati come antispasmodici in quanto alleviano i dolori addominali delle coliche, sono antisettici e stimolanti.

Sono usati nei colluttori come disinfettanti, nelle caramelle da banco, nei farmaci anti infiammatori del cavo orale e nelle gengiviti  Gli olii essenziali sono molto pregiati e molto profumati, ricchi di eugenolo che confluisce il classico forte aroma.

Usati per produrre saponi naturali, creme e le classiche ghirlande da decoro.

Infilzati nelle fette di arancia sono ottimi antitarme naturali e validi ingredienti per gustose tisane-

Nella medicina ayurvedica si usa il pregiato olio come antiinfluenzale.Ne bastano 5 gocce in un nebulizzatore per disinfettare il cavo orale e lenire i disturbi invernali Ovviamente si usa nei massaggi orientali e come aiuto per il proprio relax personale

L’olio usato in piccole dosi aiuti anche l’osteoporosi e l’invecchiamento della pelle.Le donne orientali lo hanno imparato da secoli.

 

VIN BRULE’

1 litro e mezzo di vino rosso, 200 gr di zucchero grezzo, 3 stecche di cannella, 10 chiodi di garofano, noce moscata,2 arance, 1 limone, 1 mela

Lavare la frutta, privarla della scorza e affettarla a rondelle.Versare il vino in un capiente pentolone, unire gli spicchi di mela e le spezie con lo zucchero.Far bollire per almeno 20 min

Servire la bevanda ben calda.

Panpepato

Tipico dolce delle regioni centrali, molto conosciuto in Umbria e Toscana.Ovviamente gli ingredienti principali sono un favoloso mix di spezie,

Ve lo propongo come dolce Natalizio, sotto forma di torta, o in porzioni più piccole come biscotti da appendere all’albero

300 gr di miele,150 gr di mandorle  pelate, 150 gr di noci pelate, 150 gr di cioccolato fondente, 1 cucchiaino di pepe nero, 350 gr di farina 00, 150 gr di uvetta, 150 gr di canditi misti, 1 cucchiaio di cannella in polvere, mezzo cucchiaio di noce moscata.

,Mettere l’uvetta a bagno per 30 min.Poi strizzarla, tritare le noci, la metà delle mandorle, unire i canditi e tutte le spezie.Sciogliere il cioccolato a bagnomaria e unirlo all’impasto. Modellarlo con le mani come fosse un polpettone.Rendere il miele fluido a bagnomaria e unirlo al dolce.unire la farina.

Stendere un disco se volete una torta oppure in porzioni più piccole per fare i biscotti da appendere all’albero

E buona merenda da DOLCE PENTOLINA

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...