Ma soprattutto i ponti – Iuri Toffanin

Trama

Cosa può succederti a Venezia quando hai terminato gli studi e una voce ti sussurra che è giunta l’ora di tornare a casa? Potrebbe accaderti d’inciampare nel Vichingo, che racconta storie e dorme a San Marco. Oppure di conoscere la ragazza che cade dai ponti, per sbarcare il lunario. Se poi ti capitasse d’incontrarli entrambi, nella stessa notte, le tue giornate cambierebbero colore. Perchè improvvisamente si può essere molto occupati, dai venti ai trent’anni. Ma ora che hanno ucciso il Vichingo ti aspetta tutto un mondo da raddrizzare e la voce ti mormora che non hai tempo da perdere. Perché – lo dice il poeta – si può essere anche poco felici, dai venti ai trent’anni… Sullo sfondo di una Venezia al riparo dalle comitive, dramma e commedia si rincorrono tra le calli in un pirotecnico susseguirsi di trovate originali, dialoghi spassosi, personaggi accattivanti e notti fatte di poco sonno.

Continua a leggere