Oggi parliamo con… Fabio Pascale (a cura di E. Freda)

  • Ci racconti di te? Chi sei e perché leggi e scrivi? Come nascono le tue storie? Quanto rubi alla fantasia, quanto ad altri autori e quanto alla realtà?

Sono un poeta, almeno così mi dicono; una persona che ama la natura, i suoi segreti celati agli occhi dell’uomo indifferente. Non a caso l’amore per essa mi ha condotto ad esercitare la professione come agente del Corpo Forestale dello Stato. – Il fatto che amo scrivere nasce da una spinta emotiva che parte dentro di me per poi sgorgare fuori. Come spesso dico durante le mie presentazioni, non sono io che ho scelto la Poesia, ma la Poesia ha scelto me. Un legame molto intenso ed invisibile. – Le mie storie nascono attraverso una riflessione personale sugli attimi della nostra esistenza; una sorte di perforazione in quello che per molti possa essere considerato superfluo.  – Più che rubare direi osservare dagli altri, dalla Natura, dal mondo in generale per poi rivoluzionare la parola a mio piacimento.

  • Dove scrivi? Hai un “posto del cuore” dove trovi ispirazione? Preferisci il silenzio o ami musica di sottofondo?

Quando scrivo le Poesie, non ho un luogo specifico, dove capita. Spesso mi capita di scrivere in fretta altrimenti perdo ciò che la Poesia mi detta. Mentre per la saggistica, preferisco ambienti per me familiari come il mio studio, oppure la mia cucina. – Trovo ispirazione tantissimo nella Natura, ma non solo; notizie toccanti, spesso vengono metabolizzate dentro di me fagocitate e poi tramutate in versi. – Il silenzio è il mio amico; molte delle mie poesie nascono attraverso il silenzio.

  • Generazione senza biglietto” è la tua ultima fatica. Perché comprarlo?

Per chi desidera capire il problema dei giovani, dando loro dei consigli; allora ha trovato il libro giusto.

  • Quali sono state le maggiori difficoltà nella stesura del saggio? E del rapporto con Editore ed Editor cosa puoi dirci? Hai altri progetti in fieri?

Difficoltà ne ho incontrate poche, perché questo saggio è frutto di uno studio basatosi sui miei studi;  – Ottimo rapporto con Editore ed Editor , nulla da sottolineare; – Sto realizzando una nuova raccolta poetica che spero che possa uscire al più presto!

 

  • Descriviti come lettore. Quali libri compri? Hai un genere preferito o spazi a seconda del momento, dello stato d’animo? E se devi regalarlo un libro come lo scegli?

Amo i romanzi storici, e le poesie.  – Sicuramente se dovessi consigliare un libro mi verrebbe in mente IL CENTURIONE di Simon Scarrow.

  • Un consiglio ad un esordiente che ha la sua storia nel cassetto e non ha trovato ancora nessun editore interessato a pubblicarla?

Direi sicuramente di provare a tirare da quel cassetto la sua storia, ma di cercare diversi editori perché molti pur di guadagnare, pubblicano qualsiasi cosa.

  • Come te la cavi in cucina? Donaci una citazione e una ricetta! E grazie per la disponibilità!

In cucina me la cavo piuttosto bene; non sono uno chef ma riesco a sopravvivere quando la mia fidanzata mi lascia per alcuni giorni.

La mia citazione:

Si può considerare veramente libero un uomo che ha fame, che è nella miseria, che non ha un lavoro, che è umiliato perché non sa come mantenere i suoi figli e educarli? Questo non è un uomo libero

Sandro Pertini

Una ricetta che davvero adoro:

Muffin cioccolato e cocco:

150 gr di farina, 1oo gr di cocco, 4 uova, 200 gr di zucchero, 200 gr di burro, 60 gr di cacao, 1 bustina di lievito, 120 gr di cioccolato, sale – cottura 180° per 40 minuti. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...