I riceracconti di Marilù

Care amiche, cari amici,

il nostro piccolo mondo è scosso.

Per milioni d’anni sono stati gli eventi naturali a procurare timore e tensioni, poi, grazie alla nostra supremazia maturata sulla natura ed alla nostra naturale litigiosità , ci siamo via via evoluti sostituendoci egregiamente alla natura con violenza e cinismo.

E siccome la storia non ci basta né ci insegna, continuiamo ogni volta a meravigliarci e sorprenderci, ma mai positivamente.

Negli ultimi periodi abbiamo riscoperto la contrapposizione fra mondi, culture e sensibilità religiose. Tra il mondo ricco e progressista (l’occidente per intenderci) e quello retrogrado e povero, tra le religioni ormai secolarizzate e quelle legate ai principi originari che definiamo integraliste con cenno di disprezzo, tra chi mette i reticolati e chi attraversa il mare nella speranza di sopravvivere.

La chiamiamo differenza di mondi o culture, ammettendo implicitamente che nella differenza esista un meglio ed un peggio.

Poi magari in Europa qualcuno dimentica che la peggiore di tutte le religioni e la più sanguinaria è nata nel suo seno meno di un secolo fa, si rifaceva nei simboli a retaggi ariani mediorientali ed ha tentato di sterminare l’ebraismo quasi riuscendovi .

Continua a leggere