Oggi parliamo con… Elena Genero Santoro (A. Noseda)

Buongiorno Elena e grazie per il tuo tempo.

Buongiorno Alessandro, grazie a te per l’ospitalità.

Raccontaci di te. Chi sei e perché scrivi?

Sono una mamma che lavora e che si occupa di tutt’altro nella vita. Scrivo da quando avevo quattordici anni e questo è per me un modo per rapportarmi con la realtà e per trovare delle risposte. Tuttavia, da quando ho dei figli, scrivo soprattutto per loro. Magari non mi leggeranno mai, si sa, i figli ti contestano per definizione. Tuttavia mi piace pensare che un giorno, se vorranno, avranno sempre un modo per ritrovarmi

“Gli Angeli del Bar di Fronte” è la tua ultima fatica. Perché consigli di leggerlo?

Consiglio di comprarlo, così arrotondo lo stipendio! (Scherzo…).

Continua a leggere

La settima onda – Daniel Glattauer

Trama

Così la posta elettronica ci fa riscrivere le Relazioni pericolose”. La RepubblicaEmmi e Leo: per chi ancora non li conosce, sono i protagonisti di un amore virtuale appassionante, che ha vissuto ogni sorta di emozione, a parte quella dell’incontro vero. Sì, perché dopo quasi due anni, Leo ha deciso di tagliare definitivamente i ponti con Emmi e partire per Boston, per ricominciare una nuova vita. Emmi però non si dà per vinta, e riesce nell’impresa di riallacciare i rapporti con Leo. Mentre lei è ancora felicemente sposata con Bernhard, per Leo in nove mesi le cose sono cambiate, eccome: in America ha conosciuto Pamela e finalmente ha iniziato la storia d’amore che ha sempre sognato. Si sa, però, l’apparenza inganna. Ritornano le schermaglie via e-mail che hanno tenuto col fiato sospeso i numerosi lettori di Le ho mai raccontato del vento del Nord, e anche stavolta promettono scintille.

Continua a leggere

Oggi parliamo con… Marco Lugli

L’ospite di oggi di Gialloecucina è Marco Lugli, autore de “Nel tuo Sangue” recensito nel blog. Intervista a cura di Elio Freda

Buongiorno Marco e grazie per il tuo tempo!

Ciao Elio, è un piacere.

Ci racconti di te? Chi sei e perché scrivi?

Scrivo perchè poi arriva qualche inatteso complimento da persone sconosciute, come nel tuo caso, e mi accorgo che questo è fonte di grande energia. La risposta vale per gli ultimi anni. Quando ho iniziato a scrivere, alle scuole elementari, forse avevo soltanto un’inconsapevole necessità di esprimere la mia creatività. Francamente non me lo ricordo più.

Sono una persona che intraprende nuovi progetti, li porta a un discreto livello di realizzazione e poi si sposta altrove. Ogni dieci anni cambio mestiere portando nel nuovo un po’ delle precedenti esperienze. La scrittura rimane l’unica costante compagna di viaggio.

Come nasce l’idea di “Nel tuo Sangue”?

Continua a leggere

La colpa. Ascesa e caduta del Nordest – Alberto De Poli

Trama

La colpa narra l’ascesa e la caduta dell’anima del Nordest, attraverso gli occhi, la voce e la vita quotidiana di una famiglia veneta. Il lavoro, i rapporti tra genitori e figli, i ruoli nella coppia, il cambiamento e stravolgimento del territorio, i contadini divenuti operai e gli operai poi finiti cassintegrati, i sogni e le difficoltà della piccola industria, l’intera e profonda mutazione della società: anni di vita veneta vengono raccontati in un grande romanzo da uno dei nuovi e più talentatosi autori del Realismo letterario. In un viaggio a quattro voci, quella del marito, della moglie e dei due figli, attraversiamo la vertiginosa trasformazione del Veneto, alla scoperta di come eravamo e di come siamo diventati in poco tempo, dove l’economia ha creato più fratture che benessere, più attriti che progresso. Dove andremo a finire? pare chiedere l’autore attraverso i protagonisti del romanzo. La risposta vive in queste pagine struggenti e potenti, buie e luminose, pagine che raccontano la vita di tutti noi.

Continua a leggere

Il mondo in una stanza – J.L. Berg

Trama

Lailah Buchanan non è mai andata al cinema, non ha mai visto il mare, non è mai stata baciata. E tutto per colpa di un grave difetto cardiaco che la costringe a passare gran parte del suo tempo in ospedale, in attesa del giorno in cui potrà fare tutte quelle piccole cose che sono normali per ogni altra ragazza e che lei annota nella sua Lista del prima o poi. Ma, quando dopo l’ennesima ricaduta i medici le dicono che solo un trapianto potrà salvarla, Lailah inizia a pensare che quei desideri non si avvereranno mai…
Da quasi tre anni, Jude Cavanaugh si aggira come un fantasma tra i corridoi dell’ospedale in cui ha dovuto dire addio alla fidanzata. Dal giorno di quel maledetto incidente, Jude ha rinunciato a guidare l’azienda di famiglia e ha iniziato a lavorare lì come infermiere, quasi fosse l’unico modo per restare ancora in contatto con la sua Megan e affrontare i sensi di colpa. Però tutto cambia l’istante in cui conosce Lailah. Perché quella ragazza tanto fragile eppure determinata a resistere riesce a fare breccia nella sua corazza e risveglia sentimenti che lui credeva di aver perduto per sempre. Così, quando scopre la Lista del prima o poi, Jude decide di aiutare Lailah a spuntare ogni voce dell’elenco. E, più tempo passa con lei, più Jude ha l’impressione di essere lui il malato e lei la sua salvatrice. Ma l’amore che sta sbocciando fra loro darà anche a Lailah la forza – e il coraggio − di essere felice?

Continua a leggere

So dove sei – Claire Kendal

Trama

È lui. Ancora lui. Sempre lui. Clarissa lo sa. Non c’è bisogno di ascoltare la segreteria telefonica. Di leggere l’ennesimo messaggio che lampeggia sullo schermo del cellulare. Di scartare i regali che continuano ad arrivare, indesiderati. Il suo volto, i suoi occhi sono dappertutto: ovunque lei si volti, qualsiasi cosa lei faccia, lui la sta guardando. Nulla, dopo quella notte, è più come prima. Quando Clarissa ha accettato di uscire a cena con Rafe, un collega dell’università, l’ha fatto un po’ per cortesia, un po’ per svagarsi. Mai avrebbe immaginato che quelle poche ore potessero stravolgere la sua esistenza. Soprattutto perché lei, di quella notte, non ricorda più nulla. Ma da allora qualcosa nel comportamento dell’uomo è cambiato. La cortesia si è trasformata in premura, l’affetto in disperato bisogno. Lo spazio intorno si è come svuotato, lasciandoli pericolosamente soli. L’unica via d’uscita sembra venire dalla convocazione a far parte della giuria di un processo. Clarissa deve isolarsi dal mondo esterno, rendersi irreperibile, negarsi a ogni contatto. Al sicuro tra le mura del tribunale, si sente protetta, riesce addirittura a farsi degli amici. Ma l’illusione dura poco. Rafe riesce a raggiungerla anche lì. E man mano che il caso su cui è chiamata a esprimere il proprio giudizio comincia a mostrare più di una somiglianza con quanto sta vivendo in prima persona, Clarissa si rende conto che se vuole liberarsi dalla paura deve controbattere colpo su colpo. Raccogliere le prove di un crimine tanto più tremendo quanto più difficile da denunciare, a cominciare proprio da quella notte che non può né ricordare né dimenticare. E quando si fa strada la macabra consapevolezza di non essere l’unica vittima, Clarissa capisce che in gioco c’è molto più della sua libertà. Fino alle estreme, imprevedibili conseguenze. Conteso dagli editori di tutto il mondo e venduto in 24 paesi, So dove sei è un caso editoriale già prima della pubblicazione. Un romanzo che esplora il confine tra amore e ossessione, paura e solitudine, restituendoci il ritratto di una donna determinata, pronta a tutto per sopravvivere. Un intreccio magistrale, un crescendo di tensione che non lascia scampo, fino all’ultima parola.

Continua a leggere

L’elefante è già in valigia – Paola Casadei

Trama

Carlotta è una ragazza molto sensibile, ha 16 anni e dopo una vita trascorsa in Africa – Senegal, Sudafrica, Mozambico (suo padre Pierre è medico epidemiologo, sua madre Giulia è veterinaria) – si trasferisce questa volta in Italia, in una città piuttosto chiusa e borghese del centro nord. Finora ha studiato nel sistema scolastico francese, nella sua scuola erano rappresentate almeno 30 nazionalità diverse. Da 10 anni ha un fratello, che ora ha 11 anni, Giacomo, Nelson di secondo nome, come Mandela : un piccolo africano adottato. La passione di Carlotta per la fotografia le ha riempito la casa di foto di tutta la loro vita in Africa, e in ogni momento di difficoltà le guarda da sola o con Giacomo, e le mostra alle persone più care, per farsi forza e vincere le difficoltà del rientro e dell’inserimento nella società e nella scuola. Lentamente, nel corso di tutto un anno, riesce ad ambientarsi, a sentirsi più leggera, a vincere paure tenute nascoste in un cassetto della scrivania, e tutto questo grazie ad una famiglia premurosa ma non ossessiva, a Skype che permette il contatto con le amiche sparse per il mondo, e anche ad un compagno di scuola, Filippo, che piano piano prenderà un posto sempre più importante nella sua vita fino ad essere invitato per un viaggio in India, vicino ai luoghi dove Pierre deve ancora lavorare prima di aprire il suo maneggio in Italia e abbandonare la cooperazione internazionale. Il viaggio è stato organizzato da Pierre per invitare la moglie a conoscere il suo lavoro in questo o questi anni di transizione, e per permettere a sua figlia di rivedere una delle sue amiche, partita a vivere in Asia controvoglia…

Continua a leggere