Momenti di trascurabile felicità – Francesco Piccolo

Trama

Possono esistere felicità trascurabili? Come chiamare quei piaceri intensi e volatili che punteggiano le nostre giornate, accendendone i minuti come fiammiferi nel buio? Sei in coda al supermercato in attesa del tuo turno, magari sei bloccato nel traffico, oppure aspetti che la tua ragazza esca dal camerino di un negozio d’abbigliamento. Quando all’improvviso la realtà intorno a te sembra convergere in un solo punto, e lo fa brillare. E allora capisci di averne appena incontrato uno. I momenti di trascurabile felicità funzionano così: possono annidarsi ovunque, pronti a pioverti in testa e farti aprire gli occhi su qualcosa che fino a un attimo prima non avevi considerato. Per farti scoprire, ad esempio, quant’è preziosa quella manciata di giorni d’agosto in cui tutti vanno in vacanza e tu rimani da solo in città. Quale interesse morboso ti spinge a chiuderti a chiave nei bagni delle case in cui non sei mai stato e curiosare su tutti i prodotti che usano. A metà strada tra “Mi ricordo” di Perec e le implacabili leggi di Murphy, Francesco Piccolo mette a nudo i piaceri più inconfessabili, i tic, le debolezze con le quali tutti noi dobbiamo fare i conti. Pagina dopo pagina, momento dopo momento, si finisce col venire travolti da un’ondata di divertimento, intelligenza e stupore. L’autore raccoglie, cataloga e fa sue le mille epifanie che sbocciano a ogni angolo di strada. Perché solo riducendo a spicchi la realtà si riesce ad afferrare per la coda il senso profondo della vita.

Recensione a cura di Stefania Ghelfi Tani

Dopo la recensione di Alessandro Noseda di “Momenti di trascurabile infelicità” di Francesco Piccolo, faccio un passo indietro e dall’infelicità passo alla felicità.

I momenti di trascurabile felicità funzionano così: possono nascondersi ovunque e investirti quando meno te lo aspetti. Li definiamo trascurabili perché non ci facciamo caso ma soffermandoci a pensarci sono lucciole in una notte buia, attimi di piacere intensi ed effimeri che costellano il nostro quotidiano cammino. Sono piccole gioie scontate, ossessioni e manie personali, piaceri, segreti, debolezze con le quali tutti noi dobbiamo fare i conti.

Alcuni momenti appartengono a tutte le epoche, altri mutano nel tempo, nello spazio e nel substrato sociale di appartenenza.

Questo breve libro è una delizia, più nella parti brevi dove tutti noi possiamo riconoscerci e ridere di gusto che in quelle un po’ più lunghe dove la soggettività più intima potrebbe leggermente allontanare il lettore che si sente meno coinvolto

Quasi ogni pagina mi ha donato un sorriso rendendo questa lettura, anch’essa, un momento di trascurabile felicità.

Piccolo non solo ha pensato di mettere nero su bianco piacevoli ‘banalità’ quotidiane ma ha anche trovato un modo semplice e sapiente di raccontarle, facendoci un regalo!

Buona lettura!

Dettagli

 

  • Copertina flessibile: 136 pagine
  • Editore: Einaudi (10 febbraio 2014)
  • Collana: Super ET
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8806219650
  • ISBN-13: 978-8806219659

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...