Oggi parliamo con… Giulia Mastrantoni

Incontriamo per un caffè Giulia Mastrantoni, on-line col suo eBook “ONE LITTLE GIRL From Italy to Canada”. Intrevista a cura di Alessandro Noseda.

Buongiorno Giulia e grazie per il tuo tempo!

Ciao, Alessandro! Grazie a te e un saluto a tutti i lettori di Giallo e Cucina.

Ci racconti di te? Chi sei e perché scrivi?

Sono una ragazza che ha poca voglia di stare ferma. Mi piace sperimentare, dedicarmi a tanti progetti e vedere nuovi angolini di un mondo che riserva sempre tante sorprese. Sono anche un’amante dei biscotti con gocce di cioccolato. Scrivo da quando ero piccola perché mi viene spontaneo. Di tante cose che amo, scrivere è quella che mi riesce meglio. Almeno, credo. Di sicuro nasce da dentro.

Di cosa parla “ONE LITTLE GIRL From Italy to Canada”?

È la storia di una tredicenne contraddittoria e iperattiva, che vive tutti i “drammi” dell’adolescenza. Ho ambientato la storia a Frosinone, la città del Lazio in cui sono nata. Un po’ perché mi faceva piacere regalarle un libro, un po’ perché era perfetta per la storia. Questa ragazza, di cui si scopre l’identità solo alla fine del libro, vuole diventare una rock star e andare in Canada a duettare con Avril Lavigne. Quando ero una teenager, tantissime ragazze avevano questo sogno.

Tre buoni motivi per leggerlo?

Posso chiedere l’aiuto del pubblico? Allora, il simpatico batterista che ha contribuito alla colonna sonora del book trailer mi dice che va letto perché ha una bella trama e cattura nella narrazione. La mia mamma, che resta sempre la mia lettrice più accanita, dice che si vuole sapere come va a finire.

Tre autori che sono per te un benchmark?

Mi piace Siri Hustvedt. Da piccola avevo una cotta per Stefano Benni. E ho sempre avuto un debole per Non ti muovere, di Margaret Mazzantini.

Prossimi progetti?

Resterà in Canada fino alla fine del 2015, poi punto a qualche altro viaggio. A Gennaio uscirà in eBook per la Panesi Edizioni il mio primo romanzo breve in italiano. Ho terminato una seconda raccolta di racconti, e sto finendo dei nuovi progetti. Per il resto non mi dispiacerebbe tornare di nuovo in radio o iniziare qualcosa di completamente nuovo.

Altre passioni oltre ai libri?

Le foto, la musica, i film. Viaggiare. Ultimamente sto persino iniziando a cucinare qualche dolcetto.

Grazie per la chiacchierata. Come consuetudine di Giallo e Cucina ti chiediamo una ricetta e una citazione che ami!

La ricetta che l’ho! Adoro il budino. È banale, ma è buonissimo. E so cucinarlo persino io. Invece la citazione è più difficile… forse la frase di Emma Watson: “Se non io, chi? Se non ora, quando?”.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...