Oggi parliamo con… Anna Maria Pierdomenico

L’ospite intervistata da Alessandro Noseda per oggi è Anna Maria Pierdomenico. Leggiamo come si racconta!

 

Il primo libro che hai letto?

Le mille e una notte

 

Che lettore sei?

Leggo quasi di tutto, eccettuati romanzi rosa o di fantascienza, e ho una spiccata predilezione per i romanzi gialli e quelli storici.

 

Le righe che avresti voluto scrivere tu?

“L’invidia è la religione dei mediocri. Li consola, risponde alle inquietudini che li divorano e, in ultima istanza, imputridisce le loro anime e consente di giustificare la loro grettezza e la loro avidità fino a credere che siano virtù e che le porte del cielo si spalancheranno solo per gli infelici come loro, che attraversano la vita senza lasciare altra traccia se non i loro sleali tentativi di sminuire gli altri e di escludere, e se possibile distruggere, chi, per il semplice fatto di esistere e di essere ciò che è, mette in risalto la loro povertà di spirito, di mente e di fegato. Fortunato colui al quale latrano i cretini, perché la sua anima non apparterrà mai a loro.” (Carlos Luis Zafon- Il gioco dell’angelo)

 

Lo stato d’animo ideale per l’ispirazione?

Per me personalmente non ne esiste uno in particolare, ogni stato d’animo ispira in modo particolare le diverse parti di un romanzo o i diversi tipi di racconto.

 

Da dove nasce un libro?

Da un’inspiegabile alchimia tra creatività e vita di ogni giorno, dall’unione tra ragione ed emozione e dal bisogno di trovare un modo per esprimere se stessi e mettere su carta tutte le immagini che la fantasia ci fa passare nella mente.

 

Tre romanzi imperdibili?

“IL ritratto di Dorian Gray” di Oscar Wilde, Il conte di Montecristo di Alexandre Dumas e “1984” di George Orwell.

 

Lasciaci con una ricetta e una citazione.

Citazione: “Leggere è un’arte in via di estinzione e i libri sono specchi in cui troviamo solo ciò che abbiamo dentro di noi. La lettura coinvolge mente e cuore, due merci sempre più rare.” (L’ombra del Vento- Carlos Luis Zafon)

Ricetta: Ingredienti per circa 20 muffin • 6 gr di lievito • 150 gr di burro • 70 gr di cacao amaro • 180 ml di latte • 4 uova • 300 gr di zucchero • 1 bustina di vanillina • 300 gr di farina • Gocce di cioccolato

Mettere a scaldare il forno (170 gradi, ventilato) Mettere in un contenitore il burro ammorbidito, lo zucchero e la vanillina e frullare fino quando il composto diventa chiaro e spumoso, poi aggiungere le uova e continuare a lavorare per qualche minuto. In un’altra ciotola amalgamare la farina, il cacao amaro e il lievito. Aggiungere questo composto a quello della prima ciotola, alternando l’aggiunta del latte e lavorare fino ad ottenere un composto uniforme. Mettere il preparato nei pirottini e mettere sopra le gocce di cioccolato (in parte rimarranno in superficie e in parte si uniranno da sole all’impasto). Infornare nel forno già caldo e cuocere per 30 minuti. Una volta freddi aggiungere lo zucchero a velo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...