Scomparso. Dave Brandstetter mysteries – Joseph Hansen

Trama

Dopo la scoperta di una macchina finita sotto a un ponte, la polizia dichiara la morte per incidente del suo proprietario, il famoso speaker radiofonico e musicista Fox Olsen, nonostante il corpo non sia stato ritrovato. Giunto sul posto per conto di una società di assicurazioni, l’investigatore Dave Brandstetter inizia a raccogliere prove evidenti che conducono in altre direzioni e sollevano numerosi interrogativi. Per esempio, cosa si nasconde dietro l’amicizia apparentemente innocente che lega la moglie della vittima al manager dell’uomo? E come mai un suo vecchio amico ha deciso di farsi rivedere proprio adesso dopo vent’anni? Queste sono solo alcune delle domande a cui dovrà trovare risposta Brandstetter, in una intricatissima faccenda che affonda le sue radici nel passato. Pubblicato negli Stati Uniti nel 1970, Scomparso è il primo episodio della serie di culto incentrata su un detective privato dichiaratamente gay, che riunisce in sé le caratteristiche dell’hard boiled miscelate con elementi psicologici e caratteriali complessi che rendono il protagonista lontano dallo stereotipo dell’investigatore dal cazzotto facile, sempre circondato da belle pupe e bottiglie vuote di whiskey. Veterano della guerra di Corea, Brandstetter è virile ma educato e di sani principi, compassionevole ma volitivo, comunque capace di usare la violenza, se necessario nella Los Angeles degli anni Settanta e Ottanta. La scrittura misuratissima ed elegante di Hansen evoca atmosfere che ricordano Chandler e Ross Macdonald; i dialoghi impeccabili, la perfetta caratterizzazione dei personaggi e l’uso sapiente degli elementi classici del “whodunit” hanno decretato nel tempo il successo mondiale dell’autore e del suo indimenticabile personaggio.

Recensione

Primo capitolo della serie che vede come protagonista l’investigatore per conto di una società assicurativa Dave Brandstetter, “Scoparso” colpisce per l’originalità del personaggio principale e per la capacità descrittiva nonché la buona costruzione della trama da parte del suo autore, Joseph Hansen. Un giallo improntato sulla figura del protagonista, dichiaratamente omossessuale, alle prese con un’indagine costruita in maniera egregia, verosimile senza colpi ad effetto ma piuttosto orientata sulla logica e sulla raccolta dei fatti. Piacevole e coinvolgente, le duecento pagine scorrono via velocemente anche per la scelta di una successione di brevi capitoli che destando continuo interesse per il lettore.

Da un puto di vista storico, non si può non evidenziare il coraggio di trattare apertamente delle tematiche che risultano ancora “proibite” negli anni nostri, figurarsi quando è stato scritto. Il tema dell’omosessualità è affrontato con naturalezza e gentilezza: non c’è esaltazione o confronto, ma solo una descrizione talmente delicata da far porre domande sull’accezione della diversità. Dave Brandstetter è un personaggio di cui rimane l’umanità e le sue considerazioni sulla vita sentimentale, sul tema della solitudine, sempre con un’attitudine positiva, volta ad un futuro migliore di un triste passato. Sullo sfondo Una vicenda nera come solo l’essere umano può fare, carica di rancori, odio, gelosia e invidia.

Un bel romanzo. Nient’altro da dire.

 

Dettagli

 

  • Copertina flessibile: 192 pagine
  • Editore: LIT – Libri in Tasca (25 giugno 2013)
  • Collana: LIT. Libri in tasca
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 886583143X
  • ISBN-13: 978-8865831434
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...