L’uomo senza un cane – Håkan Nesser

Trama : Mancano pochi giorni a Natale e gli Hermansson sono riuniti per festeggiare i sessantacinque anni di Karl-Erik, padre encomiabile e insegnante in pensione, e i quaranta di Ebba, la sua figlia prediletta. Poche ore dopo, avvengono due sparizioni inspiegabili: prima Robert, la “pecora nera” della famiglia, esce a fare una passeggiata, poi è Henrik, il figlio maggiore di Ebba, ad allontanarsi nel cuore della notte. A quarantottore di distanza dei due non si hanno più notizie. Viene incaricato del caso Gunnar Barbarotti, ispettore di origini italosvedesi in servizio presso la polizia di Kymlinge. L’ispettore, che si stava preparando all’odiosa prospettiva di un Natale con la ex moglie e gli ex suoceri, è ben felice di accettare: anzi, questa chiamata insperata fa segnare un punto – nel suo personalissimo conteggio – a favore dell’ipotesi dell’esistenza di Dio. Le indagini, però, si rivelano per lui tutt’altro che semplici. Fuga? Rapimento? C’è forse un nesso tra i due casi? Ci vorranno tempo, perseveranza e anche l’aiuto della sorte, perché le indagini di Barbarotti possano prendere una direzione precisa.

Recensione : In quanti libri gialli, a pagina 20 si ha già un delitto su cui indagare? Man mano che si va avanti, si scoprono poi i personaggi e le motivazioni. Il primo libro della serie che ha protagonista Gunnar Barbarotti è costruito in maniera completamente differente. Bisogna aspettare circa 150 pagine per conoscere il protagonista. Prima si ha l’introduzione di una famiglia, protagonista in toto con i suoi pregi, difetti e altarini vari. Un libro diverso, con personaggi umani come umane sono le passioni, i sentimenti e le emozioni che li animano. Anche se la vicenda può apparire sconata (ma lo è veramente?) Nesser è maestro nella narrazione, nel costruire un romanzo godibile in cui ti aspetti di tutto e anche se quello che immagini non sempre avviene, il lettore rimane comunque coinvolto e mai deluso. Un ispettore completamente diverso dal più noto Van Veteeren. Un buon libro.
A pag 366 appare anche una preghiera che mi ha molto colpito e che cito testualmente.
”Signore, dammi la serenità di accettare ciò che non posso cambiare, il coraggio di cambiare ciò che è in mio potere e il buonsenso di capire la differenza”.

Votazione :4/5

Dettagli :

  • Brossura: 443 pagine
  • Editore: TEA (4 marzo 2010)
  • Collana: Teadue
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8850221185
  • ISBN-13: 978-8850221189
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...