L’uomo che sorrideva – Henning Mankell

Trama : Una fredda e buia sera di ottobre nel sud della Scania. L’avvocato Gustaf Torstensson sta tornando a casa dopo una visita a un cliente. All’improvviso scorge una figura legata a una sedia al centro della strada. Con una brusca frenata evita la collisione. Scende dall’auto, fa alcuni passi e viene colpito violentemente alla nuca. Il giorno successivo, l’avvocato viene trovato morto all’interno della sua macchina capovolta in un campo. Nel frattempo, il commissario Kurt Wallander vaga irrequieto su una spiaggia a Skagen all’estremo nord della Danimarca. Da mesi è in preda a una forte depressione. Si sente finito, è deciso a porre termine alla sua carriera di poliziotto.

Recensione : Il quarto copitolo della saga delle indagini che vedono come protagonista il commissario Kurt Wallander e’ l’unico capitolo , secondo me, non all’altezza degli altri. La storia non scorre, appare lenta e piatta. L’indagine in se stessa è troppo lineare, priva di colpi di scena. Rimane sempre ottima la penna di Mankelle come in tutte le saghe, non si può saltare a piè pari ma, come trama, la giudico non all’altezza dei precedenti episodi.

Votazione : 2/5

Dettagli :

  • Brossura: 384 pagine
  • Editore: Marsilio (9 giugno 2010)
  • Collana: Tascabili Maxi. Gialli
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 883170642X
  • ISBN-13: 978-8831706421
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...