Prima che sia troppo tardi – Linwood Barclay

Trama : Quel mattino, Sydney non si era voltata. Al volante, gli occhi fissi davanti a sé, aveva ignorato il suo saluto. È questa l’ultima immagine che Tim Blake conserva di sua figlia, dell’ultimo giorno in cui l’ha vista. A colazione avevano avuto una discussione per un paio di occhiali troppo costosi su cui lui aveva insinuato qualche sospetto. Del resto, sapeva che sua figlia non era un angelo. Aveva pur sempre diciassette anni. La sera, Tim avrebbe cercato di fare pace, ordinando la pizza che le piaceva. Alle sette, però, Sydney non era ancora rientrata, e nemmeno un’ora più tardi. Non aveva chiamato per avvisare e non era raggiungibile al telefono. La verità è che non sarebbe mai tornata quella sera. Né quella successiva. Né quella dopo ancora. Nessuno sa nulla. Nemmeno all’albergo dove Sydney aveva trovato lavoro per l’estate. O almeno, così lei aveva fatto credere a suo padre: perché, all’albergo, nessuno sa chi sia Sydney Blake. Mentre la polizia aggiunge il caso all’infinita lista delle persone scomparse, il ritrovamento della macchina della ragazza, con evidenti tracce di sangue sulla portiera e sul volante, smentisce l’ipotesi di una semplice fuga da adolescente. Nel frattempo, il padre riceve una mail da una sconosciuta che sostiene di aver visto Sydney; quando però Tim cerca di incontrarla, scopre che è inesistente. È solo la prima di una serie di trappole e false piste che trascinano Tim in una rete di mistero sempre più intricata. In cui qualcuno cerca di incastrarlo.

Recensione : Prima che sia troppo tardi è un thriller di buona fattura, che vi terrà incollati fino all’ultima pagina per seguire le vicende in cui si viene a trivare lo sventurato protagonista. Sapientemente dosati i così detti “red hearings” ovvero sia gli indizi atti a depistare il lettore, il romanzo offre diverse chiavi di lettura. Più di una volta ci si trova di fronte al dilemma – a chi credere – fidarsi o meno delle convinzioni acquisite durante la lettura senza rimanere scottati. Un incubo vero e proprio, una tensione che si taglia con il coltello, scenari che mutano in continuazione, scoperchiando realtà sempre più aggiaccianti. Un thriller veramente scritto bene, niente da dire.  L’ispirazione per questo libro è nata da una frase pronunciata con nonchalance da sua figlia a colazione: «Pensa se un giorno venissi a prendermi al lavoro e scoprissi che non ci ho mai messo piede!». Da leggere.

Votazione : 5/5

Dettagli :

  • Brossura: 461 pagine
  • Editore: Piemme (22 febbraio 2011)
  • Collana: Piemme linea rossa
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8856615878
  • ISBN-13: 978-8856615876

Video-Trailer :

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...