I morti lo sanno – Laura Lippman (What the Dead Know)

Trama : Baltimora, USA: una donna rimasta coinvolta in un incidente stradale fa una strana rivelazione. Dichiara di punto in bianco di essere Heather Bethany, una delle due sorelle adolescenti scomparse da un centro commerciale nel 1975. La donna sa molte cose di Heather, e quanto afferma appare plausibile, ma c’è qualcosa in lei che rende increduli. Trent’anni fa, Heather e Sunny Bethany svanirono completamente nel nulla. I loro corpi non furono mai ritrovati e a lungo, sulla stampa dell’intero paese e sulla bocca degli abitanti di Baltimora, risuonò la domanda: com’è possibile che due ragazzine possano sparire da un supermercato affollato una domenica pomeriggio senza lasciare tracce e senza che nessuno le abbia viste sparire? Nel caso furono coinvolti in varia misura un agente di polizia, un assistente sociale, un avvocato e un detective che vengono immediatamente convocati al cospetto della sedicente Heather Bethany per appurare la veridicità del suo racconto. Ognuno dei personaggi in gioco nella passata e nell’attuale vicenda ha da nascondere qualcosa.

Recensione :  “I morti lo sanno” è senza dubbio un buon libro, con una trama azzeccata ma dallo svolgimento particolare. Infatti lo definirei come un “romanzo molto raccontato e poco dialogato”. Questo perchè la storia di fondo si sviluppa attraverso numerose rivisitazioni del vissuto dei protagonisti e da considerazioni su quel che è stato e non sarà e di come ciò abbia potuto cambiare il corso degli eventi. Ne viene fuori un prodotto che sicuramente non è facile da leggere e non puoi lasciarlo sul comodino per più di 24 ore, pena il dover tornare indietro per riprendere le fila. Il ritmo della narrazione è quello che ne risulta più penalizzato. Tuttavia la storia è veramente ben scritta e sapientemente orchestrata, per cui alla fine a me non è dispiaciuto affatto. L’autrice riesce a modo suo a costringerti ad andare avanti, con la consapevolezza che qualcosa accadrà, anche se non sai quando. Tanti gli interrogativi sui personaggi e il tempo che non scorre in maniera cronologica e sequenziale ma con salti ad hoc per tenere in piedi la storia con la giusta suspance sono i principali espedienti letterari. Promosso, ma con riserva : libro bello ma tutt’altro che “facile”!

Votazione : 4/5

Dettagli :

  • Rilegato: 448 pagine
  • Editore: Giano (8 novembre 2007)
  • Collana: Nerogiano
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8862510012
  • ISBN-13: 978-8862510011

Book Description :

Thirty years ago two sisters disappeared from a shopping mall. Their bodies were never found and those familiar with the case have always been tortured by these questions: How do you kidnap two girls? Who—or what—could have lured the two sisters away from a busy mall on a Saturday afternoon without leaving behind a single clue or witness?

Now a clearly disoriented woman involved in a rush-hour hit-and-run claims to be the younger of the long-gone Bethany sisters. But her involuntary admission and subsequent attempt to stonewall investigators only deepens the mystery. Where has she been? Why has she waited so long to come forward? Could her abductor truly be a beloved Baltimore cop? There isn’t a shred of evidence to support her story, and every lead she gives the police seems to be another dead end—a dying, incoherent man, a razed house, a missing grave, and a family that disintegrated long ago, torn apart not only by the crime but by the fissures the tragedy revealed in what appeared to be the perfect household.

In a story that moves back and forth across the decades, there is only one person who dares to be skeptical of a woman who wants to claim the identity of one Bethany sister without revealing the fate of the other. Will he be able to discover the truth?

Review :

“What the dead know” is undoubtedly a good book, with a suggestive plot, in which the Author paid a lot of attention to details. In fact, the grammatical structure of this is a novel is not based on dialogue. Lippaman looks to me like a seamstress more than a writer, and I loved her way to describe. Everything seems sewn to her characters.

The background story develops through numerous revisions of the experience of the characters and by considerations of what has been or will be and how it has been able to change the course of events. The result is a product that definitely is not easy to read. You cannot leave it on the bedside table for more than 24 hours, the pain having to go back to pick up the thread.

Some parts are slow, however, the story is really well written and expertly orchestrated, so in the end I was not disappointed at all.

The author succeeds in his own way to force you to move forward, with the knowledge that something will happen, even if you do not know when. So many questions about the characters and the time that does not flow in a chronological sequence, but with jumps and ad hoc to prop up the story with the right suspense are the main literary devices.

Promoted, but with reservations: the book is beautiful but far from an easy reading!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...